Rifugio alpino al Passo di Cassana

Rifugio alpino al Passo di Cassana

Application mobile

View off-line all information from this waypoint on the Camptocamp mobile application.

Associated waypoints

Map

  • Swisstopo - 39 - Flüelapass
  • Swisstopo - 259 - Ofenpass / Pass dal Fuorn
  • Swisstopo - 1238 - Piz Quattervals

Licence

General

elevation: 2601 m

waypoint_type: hut

capacity_staffed: 12

Download waypoint as

quality: medium

Contact

phone: +39 0342 997205

custodianship : always_accessible

Equipment

matress_unstaffed : no

blanket_unstaffed : no

heating_unstaffed : no

gas_unstaffed : no

description

Il rifugio si trova a 2601 m. s.l.m. nella conca glaciale situata in prossimità del Passo omonimo (2694 m.) in Val Federia di Livigno, in Alta Valtellina, in provincia di Sondrio.
Ricavato dalla felice ristrutturazione nel 1983 di una casermetta difensiva costruita dal Genio Militare nel 1912 offre servizio di alberghetto di montagna per escursionisti, alpinisti e cicloescursionisti.
Il rifugio dispone di un'ampia terrazza con tavoli all'esterno e all'interno di due ampie sale ristorazione; al primo piano le camere a due o più letti con biancheria, riscaldamento acqua calda e docce.
Meta di interessanti escursioni e trekking alpini anche internazionali si trova sul confine italo-svizzero tra il Parco Nazionale dello Stelvio e il Parco Nazionale Svizzero: la zona è interessante sia dal punto di vista naturalistico- ambientale che per quel che riguarda la storia e la cultura alpina.
Suggerimenti ed indicazioni da e per il rifugio e le zone limitrofe sono disponibili presso il rifugio, le Aziende di Promozione turistica del territorio nonchè sulle guide e le pubblicazioni di montagna della Valtellina e dell'Engadina.

  • Posto tappa del National Park Bike Tour, del Tour Oberstdorf-GardaSee, della TransAlp - Heck Mair Route – e di numerosi altri percorsi e trekking a piedi e in mountain bike.

Info

Giovanna Galli
+39 0342 997205
+39 333 5942572
alpassodicassana@tiscali.it

pedestrian access

Da Livigno si segue la strada per la Val Federìa, che si raggiunge da Via Campacc, diramazione di Via Olta che inizia al semaforo della Chiesetta del Caravaggio in fondo al paese. Si percorre la valle fino a raggiungere la località Ponte Calchéira, dove si può lasciare l'automobile nei parcheggi presenti.
Da qui si continua a piedi lungo la carrozzabile della Val Federia, strada chiusa al traffico ordinario, per circa 3 km fino alla località Plan da l' Isoléta, erroneamente segnata sulle carte come Piano dei Morti.
Esistono però anche dei percorsi alternativi che portano a quest'ultimo punto:
- lungo il sentiero che segue il torrente Federia;
- lungo il vecchio sentiero che s'inerpica verso le baite della Val Federia.
Superata una breve salita sulla destra si stacca la strada che porta al Passo di Cassana con un'indicazione ben visibile che si inerpica sul fianco sinistro orografico della valle e che conduce al rifugio. Lungo la strada che sale a tornanti e che segue il tracciato della vecchia mulattiera militare costruita per trasportare i materiali di costruzione e tutto ciò che serviva alla caserma e ai militari in servizio durante la prima guerra mondiale, l'orizzonte si va via allargando mostrando tutto il suo fascino.
Le vette prima della vallata poi il susseguirsi delle catene montuose delle valli limitrofe e di quelle più lontane, man mano si sale, sono la caratteristica di questa escursione: al mattino o alla sera pennellate con tonalità di colore in crescendo delineano i contorni delle stesse creando uno spettacolo indimenticabile.
Raggiunto il Piano dei Morti, passato nella toponomastica locale con questa denominazione forse in seguito al derapamento degli armati della cavalleria francese del Duca di Rohan, avvenuto nel giugno del 1435, ecco che la bandiera indica che lassù il rifugio è vicino.
Anche qui è possibile deviare sul sentiero a sinistra e raggiungere il rifugio alpino al Passo di Cassana dalla Valle di Leverone.
La via più breve è comunque quella di seguire la strada che sale verso la bandiera dopo di che al Piano dei Stambecchi così denominato perché in questo luogo, al mattino e alla sera, frequentemente attraversano gli animali selvatici, ecco stagliarsi dinanzi con la sua austera imponenza il rifugio alpino al Passo di Cassana.
La flora superba con una ricca varietà di specie di alta quota, quali il garofanino dei ghiacciai, il papavero alpino, la nigritella, l'androsace e tante altre ancora colorano in ogni giorno dell'estate i dolci pendii che circondano il rifugio ed ingentiliscono il severo aspetto militare della costruzione che offre dal 1984 servizio di alberghetto di montagna.
Dalla terrazza del rifugio è possibile ammirare un panoramana con ben cinque catene di montagne che dal Gruppo dell'Ortler con il Ghiacciaio dello Stelvio e il Gran Zebrù, va alla cime del Bormiese, alla Cima Piazzi, al Pizzo Paradisino e al Corno di Campo del Val Poschiavo.
Salendo in una decina di minuti al passo di Cassana la visuale a 360° permette di ammirare tutte le cime del Gruppo del Bernina e le principali vette dell’Engadina.
E' anche possibile seguire un'interessante percorso naturalistico (brochure al rifugio) e un sentiero botanico (brochure al rifugio).
La strada che conduce al rifugio ha una lunghezza di circa 2,8 km con un dislivello di 550 metri e la si percorre in 1h 30' circa, con un passo allenato.

Possibilità a piedi.

  • Discesa a S-Chanf (CH): 100m di dislivello in salita e 1000m di dislivello in discesa, tempo di percorrenza 3h30. Difficolta': T
    Per raggiungere S-Chanf dal rifugio si deve prima salire al Passo (2694 m), che si raggiunge in pochi minuti. Ancora sul territorio italiano c'è il crocefisso rivolto verso Livigno: tutti i valichi che da Livigno portano in Svizzera hanno un crocefisso che guarda verso Livigno. Appena in territorio svizzero un segnale indica la direzione del sentiero, e la distanza di 3 ore e un quarto di cammino da S-chanf. Il sentiero scende poi nel fondovalle con rapidi zigzag sul ciglio di un vallone e poi dopo un lungo falsopiano giunge in circa un'ora all'Alp Chashauna a 2210m: poco dopo ha inizio una strada forestale che si può percorrere fino a S-chanf.
    E' però consigliabile al turista amante della natura di continuare per il vecchio sentiero che scende più ripido sul fondovalle e attraversa il torrente al Punt-Vauglia per passare sul lato sinistro della valle. Si vede confluire da sinistra, nella valle Chaschauna, la Val Vauglia. Si prosegue sul lato sinistro della valle e si arriva direttamente a S-chanf.

  • ritorno a Livigno dalla Valle di Leverone

  • al Pizzo Leverone (m 3052)

  • al Munt Cotschen (m3103)

  • alla Chamanna Varusch (m 1734)

  • alla Chamanna Cluozza (m 1880)

  • alla Punta Cassana (m 3007)

  • al Pizzo Cassana (m 3070)

in MTB

Quota partenza 1850 m
Quota arrivo 2601 m
Dislivello 751 m
Lunghezza 7.0 km
Tempo di percorrenza 2h10
Difficoltà MC
Ciclabilità 90% solo se allenati

MTB Nationalpark Bike Tour:

  • Scuol-Val Müstair
    34 km +1140m
  • Val Müstair-Livigno
    35 km +1120m
  • Livigno-S-chanf
    22 km +910m
  • S-chanf-Scuol
    47 km +840m

opening_periods

dal 15 giugno al 30 settembre

  • es
  • de
  • ca
  • eu
  • en
  • fr