Refuge Durier

Refuge Durier

Application mobile

View off-line all information from this waypoint on the Camptocamp mobile application.

Associated waypoints

View in other lang en - fr

Map

  • Swisstopo - 46 - Val de Bagnes
  • Swisstopo - 292 - Courmayeur
  • IGN - 3531ET - St-Gervais les Bains - Massif du Mont Blanc
  • Escursionista - ESC01 - Monte Bianco, Courmayeur

Licence

General

elevation: 3369 m

waypoint_type: hut

capacity: 24

capacity_staffed: 18

Download waypoint as

quality: medium

Contact

url: http://refugedurier.ffcam.fr/

phone: +33 (0)6 89 53 25 10

custodianship : always_accessible

Equipment

matress_unstaffed : yes

blanket_unstaffed : yes

heating_unstaffed : no

gas_unstaffed : yes

description

Al Col de Miage.

Gardien : Manon NAVILLOD DAVOINE
Téléphone réservation : 06 89 53 25 10
Réservation :
auprès de la gardienne ( 06 89 53 25 10)
manon.da@wanadoo.fr

pedestrian access

dall'Italia

Da Plan Lognan, dove una sbarra impedisce il transito senza permesso fino al Lago Combal. Qui si arriva quindi per la strada asfaltata a mezzacosta (lato sinistro orografico), dopo aver superato due tornanti tramite una scorciatoia. Giunti ad un ponte si piega a destra (indicazioni Rifugio Gonella) per una strada sterrata che porta al ristoro Combal. Da qui un comodo sentiero sale (bolli giallastri) sulla morena destra (orografica) del ghiacciaio del Miage. Se ne percorre il filo molto aereo fino ad incontrare la costiera di Tre-La-Tete e si scende a destra sulla superficie detritica del ghiacciaio del Miage. Si rimane al centro del ghiacciaio coperto da detriti e grossi massi seguendo i molti ometti e qualche segnavia. Ad un certo punto, si vede sulla destra la colata che scende dal ghiacciaio del Monte Bianco seguita da quella del ghiacciaio del Dome che si immettono entrambe nel ghiacciaio del Miage. Dopo la colata del Dome, si intravede su uno sperone sul lato destro a 3000m circa il Rifugio Gonella. Poco dopo si intravede la traccia che taglia il versante a mezzacosta. Si ignorano gli ometti che voltano a destra e si rimane al centro del ghiacciaio del Miage. Ad un certo punto conviene legarsi e mettersi i ramponi, poiché finisce la parte detritica e si presentano dei grossi crepacci. Dal lato NE giunge la colata di ghiaccio tormentato che viene dal Col de Bionassay, contenuta dalla cresta S dell’Aiguille de Bionassay e dalla cresta des Aiguilles Grises.
Si deve puntare al ghiacciaio del Miage superiore che si trova di fronte a noi sopra una barriera rocciosa e conduce poi ripidamente al Colle del Miage. Tuttavia, il superamento di tale barriera e di tale ghiacciaio (soprattutto sul suo lato sinistro) risulta altamente pericoloso d’estate per le continue scariche di rocce degli ultimi anni ascrivibili ad un continuo surriscaldamento globale.
Si può in alternativa giungere sulla quota 3390 posta a S del Colle del Miage verso il Dome des Miages. Questo itinerario, se compiuto in condizioni estive, con il versante secco, risulta decisamente esente da pericoli di scariche.
Si supera nel miglior punto la grossa crepaccia terminale e si segue un canale (generalmente nevoso) che conduce fino a quota 2900 m circa, costeggiando lo sperone che arriva più in basso sul Miage sul suo lato sinistro. Nel suo punto più comodo, dopo un evidente terrazzo sfasciumoso sulla sinistra, si attaccano le rocce in salita diagonale verso destra, puntando ad un evidente colletto preceduto da un canale di roccia marcia. Dal bocchetto si ha accesso al ghiacciaio superiore ed è necessario valutare le condizioni di pericolosità per il suo attraversamento. Se ciò non fosse possbile, si continua a rimontare il pendio di gradoni rocciosi e sfasciumi, incontrando passaggi di I grado. Si giunge ad un altro possibile accesso (cengia nevosa) al ghiacciaio e si piega leggermente a sinistra entrando in un canale-imbuto fatto di detriti instabili. Lo si risale con attenzione per le rocce mobili e e se ne esce a destra per superare una crestina e una calotta nevosa che portano alla quota 3390. Di qui, per cresta rocciosa e di neve con blocchi da oltrepassare s giunge agevolmente al Rifugio Durier, su un terrazzamento a picco sulla Val di Bionassay (ove sale il sentiero normale dalla Francia).

opening_periods

luglio - settembre

Associated waypoint_children

Associated routes

Associated articles

Associated books

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • es
  • ca
  • de
  • eu