Monte Gelas : Via Lassere Pistone

Monte Gelas : Via Lassere Pistone

{{detailsCtrl.documentService.document.associations.images[0].locales[0].title}}

Application mobile

View off-line all information from this route on the Camptocamp mobile application.

Associated waypoints

Map

  • IGN - 3741OT - Vallée de la Vésubie - Parc National du Mercantour

Licence

General

route_types: loop
activities:
durations: 1 day(s)
configuration: face

quality: medium

Rating

D+  
5c > 5c

    III    P3 

heights

elevation min/max : 1903 m / 3143 m

height_diff_up: 1240 m

height_diff_difficulties: 250 m

orientations

E W S N

route_history

Prima salita : 15 agosto 1967, F. Lasserre e C. Pistone.
Prima invernale : 29 dicembre 1974, J. Gounaud e G. Grisolle.

description

Avvicinamento

Dal rifugio della Madone de Fenestre, prendere il sentiero e portarsi per il Gelas.
Passare lungo le pendici della cima di St-Robert. Quando questo si arriva al lac Blanc (2665 m) puntare al piede dello sperone del Gelas. circa 2h/2h 30.

Via

L1 IV+ 40 m Attaccare il punto più basso della parete lungo una lastra bianca che si arrampica in diagonale verso sinistra. Prima sosta su cengia poco marcata (2 chiodi, impegnativo).
L2 V 45 m Traversa vs. destra quasi orizzontalmente su 10 metri poi salire diritto nella parete che segue. La sosta è a sinistra dello sperone dopo la parete (commit).
L3 V 20 m Diritto dalla sosta, si vince il filo dello sperone. Dopo una piccola sporgenza si arriva in sosta su una sporgenza.
L4 V 45 m Forzare una piccola parete sopra la sosta (V). Seguire il filo dello sperone (III+) superare una prima sosta, salire su paretina inclinata a sinistra ; sosta a sinistra.
L5 V 40 m Salire le lastre fratturate (V, attenzione alla roccia) a sinistra e vincere un passaggio per il filo. Non continuare dritto dopo questo punto ma scendere di circa 2 metri e attraversare orizzontalmente per oltre 20 m su una lastra facile (III) fino a trovare la sosta.
L6 V 48 m Salire la parete sungo un piccolo diedro giusto sopra la sosta (V), poi una lastra e una sporgenza (IV) dopo il quale troviamo l'ultima sosta dopo nut incastrato e successivo chiodo. Sosta su chiodo e becco.
L7 II+ Da un'ultima lunghezza facile (II+) guadagnare il bordo meridionale della cresta del Gelas.

Seguitela, spesso sotto il filo del lato W, per vincere la cima S (3138 m). Quindi scendere il colletto che separa le due cime e salire a cima N, punto culminante su traccia con facile ghiaione.

Discesa

Per la normale del Gelas.

remarks

Bella arrampicata sul gneiss impegnativa. Infatti, nelle prime due lunghezze l'assenza di fessure impedisce la facile aggiunta di nuts e friends e i chiodi sono pochi. Pertanto è un itinierario TA che chiederà un certo impegno e decisione. Suo orientamento sud-ovest lo rende molto piacevole da salire ad inizio autunno.

Sensitive areas
There are sensitive areas on this route. Please refer to the map.

gear

Martello, nuts, un paio di chiodi e 4-5 friends medie piccoli.

external_resources

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • de
  • es
  • en
  • eu
  • ca
  • fr