Diepen : Anello sul versante N. Furtiggratli > Diepen > Alplen > Alplersee > Rophaien > Butzen > Alplen > Chappeliberg

Diepen : Anello sul versante N. Furtiggratli > Diepen > Alplen > Alplersee > Rophaien > Butzen > Alplen > Chappeliberg

{{detailsCtrl.documentService.document.associations.images[0].locales[0].title}}

Application mobile

View off-line all information from this route on the Camptocamp mobile application.

Associated waypoints

Map

  • Swisstopo - 38 - Panixerpass
  • Swisstopo - 246 - Klausenpass
  • Swisstopo - 1172 - Muotatal

Licence

General

route_types: loop
activities:
durations: 1 day(s)

quality: medium

Rating

3.3 / E2
AD+ / S4

heights

elevation min/max : 1150 m / 2222 m

height_diff: +1950 m / -1950 m

orientations

E W S N

description

SALITA:
Si posteggia e si parte pochi metri prima della stazione di valle della funivia di Cappeliberg, seguendo la stradina o il sentiero in direzione SW che tra boschi e radure va verso l’alpeggio di Alplen, che non si deve raggiungere. Poco prima di Alplen su una piana molto aperta si passa sotto il filo di una teleferica e pochi metri dopo si svolta decisamente verso S per risalire dei ripidi pendii a Nord del Dibistock. A circa 1400 m di quota si incrocia un largo sentiero che si segue verso sinistra(direzione di marcia) fino a re-incrociare la teleferica, da qui se ne segue praticamente il percorso tenendo il filo preferibilmente alla propria destra. Poco dopo la stazione di monte si passa dalla baita Rotenbalm m 1815. Da qui l’itinerario prosegue sui solatii pendii Sud del Dibistock verso il Firtiggratli m 1961.
Immediatamente ad W di questo passaggio si apre lo splendido versante N del Diepen, si divalla per 150 m di dislivello verso NW attraversando tutto il Vallone quindi da quota 1820 ca. si sale in direzione S lungo lo splendido pendio ai piedi dell’Abneter Stock fino a raggiungere la cresta che collega quest’ultimo al Diepen. Continuare verso la cima del Diepen, a seconda delle condizioni, o stando in prossimità della cresta stessa o portandosi più verso il centro della pala finale.
DISCESA:
Scendere gli splendidi pendii prima verso NW poi N tenendo alla propria sinistra la baita di Stafel, a quota 1700 il vallone si stringe la pendenza torna ad aumentare sino a sbucare nella piana di Alplen a quota 1450 ca.
SALITA:
Qui si ripella per salire al Rophaien. Subito ripidamente in direzione W sino alla quota 1516 attraverso cui si accede all’appartata conca dell’Aplersee, si contorna il laghetto sulla destra(salendo) poi conviene trascurare l’invitante e ripido pendio ai piedi dell’Holzerstock minacciato da possibili distacchi nevosi per reptazione dalla parte sommitale dello stesso. Si procede quindi portandosi su quelli più a sinistra(direzione di marcia) coperti da una rada,bassa ,ma fastidiosa vegetazione. Questo versante ha un’inclinazione notevole, ma permette in un modo un po’ più sicuro di raggiungere il pendio a Sud della baita quotata 1705, qualche decina di metri più in alto. Ora si prosegue verso SW con un passaggio poco intuitivo, ma elegante per contornare uno sperone roccioso, è un traverso su pendio ripido in leggera esposizione, ma molto coreografico attraverso cui è possibile raggiungere la pala finale N del Rophaien, 250 metri di dislivello prossimi ai 40° che la natura pare aver progettato per essere sciata. La si segue sino al culmine, m 2078,su cui sorge una grande croce con libro di vetta.
DISCESA:
Direttamente dalla vetta verso N, il percorso è intuitivo, si evitano alcune barre rocciose stando sulla destra scendendo, quindi per lo splendido ed ampio vallone, con inclinazione decrescente, sempre in direzione N sino all’alpe di Butzen m 1457 da qui lungo la strada forestale sino in località Rosenlisten m 1280 ca. Ora continuando lungo la strada si devono riguadagnare 100 m di dislivello in salita per raggiungere Alplen m 1382. Proseguendo verso E si raggiunge in pochi minuti l’itinerario di salita, sotto il filo della teleferica, che si ricalca a ritroso fino all’autovettura.

remarks

Itinerario articolato con alcuni tratti anche relativamente lunghi con inclinazione dei pendii oltre i 30° e passaggi prossimi ai 40°.
Dislivello complessivamente importante, ma i tempi possono allungarsi anche a causa dei 3 talvolta 4 ripellamenti.
Alcuni passaggi esposti richiedono un pizzico di attenzione.
Il traverso alto dal Firtiggratli verso il finale NW del Diepen va effettuato con condizioni sicure, altrimenti meglio perdere 150 m di dislivello.

Sensitive areas
There are sensitive areas on this route. Please refer to the map.

gear

external_resources

Queste gite non sono censite sulla guida del CAS “Zentralschweizer…” e nemmeno sula carta CNS al 50000 fg. 246 s ediz. 2010. In realtà su carte di edizioni precedenti il solo Rophaien veniva indicato.

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • es
  • ca
  • fr
  • en
  • de
  • eu