Pizzo Scalino : Avvicinamento al Pizzo Scalino

Pizzo Scalino : Avvicinamento al Pizzo Scalino

{{detailsCtrl.documentService.document.associations.images[0].locales[0].title}}

Application mobile

View off-line all information from this route on the Camptocamp mobile application.

Associated waypoints

View in other lang de

Map

  • Swisstopo - 44 - Passo del Maloja
  • Swisstopo - 278 - Monte Disgrazia

Licence

General

route_types: loop
activities:
durations: 1 day(s)

quality: medium

Rating

PD  
3.1 / E1
PD+ / S3
R4

heights

elevation min/max : 1900 m / 3323 m

height_diff: +1430 m / -1430 m

gear

glacier_gear: glacier_safety_gear

orientations

E W S N

description

Descrizione itinerario:

Dal parcheggio in corrispondenza della diga di Campo Moro (1990 m) salire in pochi minuti al visibile rifugio Zoia (2021 m). Seguire verso Est la mulattiera che piega a destra (SE) e dopo essere passata sotto alcune balze rocciose (falesie dello Zoia), attraversa il versante O del Monte Spondascia e arriva sui pianori di Campagneda.
Lasciata l’Alpe Campagneda ed il rifugio Cà Runcasc dopo 5 minuti in direzione E, si prosegue in salita fino a raggiungere il vasto altopiano al cospetto del Pizzo Scalino, la cui cresta settentrionale, dopo il primo ripido crinale roccioso che si abbassa dalla vetta, si prolunga quasi pianeggiante per poi formare il piccolo, ma ben visibile cocuzzolo roccioso del Cornetto (2848 m). Appena a sinistra (E) dello stesso si individua una depressione che segna l’inizio di una valletta che si nasconde dietro il cocuzzolo di cui sopra. Sotto la depressione si distende un netto ed evidente pendio: puntare alla valletta e quindi al pendio risalendolo con una traccia che prevede numerose virate. La parte finale, sotto la depressione, rimane un po’ più ripida ed esposta. Raggiunto l’imbocco della valletta, in direzione S, si aggira il Cornetto e si raggiunge la Vedretta del Pizzo Scalino con un tratto più ripido. Là si percorre in direzione O-SO, aggirando la piramide della vetta, fino all’evidente sella che determina il margine superiore della Vedretta (ad inizio stagione o con poca neve qualche crepaccio). Appena sotto la sella si lasciano gli sci e si calzano i ramponi per facile crestina di misto si raggiunge a piedi, in direzione N, la croce di vetta in una ventina di minuti.

Discesa:

Discesa per l’itinerario di salita.

gear

external_resources

Associated routes

Associated articles

Associated books

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • en
  • fr
  • eu
  • ca
  • es