Liskamm E - Orientale : Cresta Perazzi - WSW

Liskamm E - Orientale : Cresta Perazzi - WSW

{{detailsCtrl.documentService.document.associations.images[0].locales[0].title}}

Application mobile

View off-line all information from this route on the Camptocamp mobile application.

Associated waypoints

Map

  • Swisstopo - 47 - Monte Rosa
  • Swisstopo - 294 - Gressoney
  • Swisstopo - 1368 - Zermatt Süd
  • Escursionista - ESC08 - Monte Rosa - Alte valli d'Ayas e del Lys

Licence

General

activities:
durations: 1 day(s)

quality: medium

Rating

PD+     II 

heights

elevation min/max : 3585 m / 4527 m

height_diff_up: 950 m

height_diff_difficulties: 500 m

slope: 45°

gear

glacier_gear: glacier_safety_gear

orientations

E W S N

description

Salita

Dal colle Bettaforca seguire il sentiero con segnavia N°. 9 che conduce , attraverso macereti ed in ultimo una cresta rocciosa attrezzata , al rif. Q. Sella al Felik 3585 m. ( 2,30/3,00 h).
Oppure da St. Jacques ( val d’Ayas ) attraverso i piani di Verra ed il colle della Bettolina sup. in ca 5 h .
Dal rifugio dirigersi sul “ghiacciaio del Felik” verso N seguendo le tracce per il colle omonimo ; abbandonarle poco dopo e , piegando verso destra ( salendo) NE , puntare alla base 3846 m. dello sperone roccioso che scende a destra del “colle del Felik “. Oltrepassatolo , si pone piede sugli ampi pianori del ghiacciaio del Lys . Attraversare in piano verso E e mirare al bordo sinistro orografico della grande seraccata sotto la “sella dei Lyskamm “4417 m. ( 2,00/2,30 h) .
Attaccare le rocce a destra ( salendo) della seraccata e scalare su facile terreno misto ( ca 150 m. passaggi di I°/II° , attenzione roccia molto marcia ) sino al bordo inferiore della nevosa conca tra i due Lyskamm .
Da qui andando verso destra ( salendo) si scala , senza passaggi obbligati ma preferibilmente sul filo o pochi metri a sinistra (salendo) tutta la cresta OSO ( max. passaggi di II°+/III°-) ; si giunge al suo apice roccioso noto come “ Segnale Perazzi “ (2,00/2,30 h).
Proseguire per la successiva crestina nevosa che dopo un centinaio di metri si congiunge alla cresta spartiacque principale ; seguendo quest’ultima in circa 1/2h si giunge sulla punta del Lyskamm orientale 4527 m. ( tot. 4,30/6,00 h)

Discesa

1)Traversata al Lyskamm occidentale e discesa al rif. Q. Sella al Felik attraverso il colle omonimo: dalla cima orientale 4527 m. scendere la cresta principale verso W , larga e facile sino alla sella dei Lyskamm 4417 m. Da qui la cresta si fa via via più affilata ed aerea e , con qualche sali-scendi ed un paio di passeggini rocciosi ( max. II°+ ) conduce in circa 1,30 h alla punta occidentale 4481 m.
Proseguire sulla cresta verso W sino all’antecima 4449 m. e , in base alle condizioni , scendere direttamente il ripido pendio che si abbassa sino al rilievo quotato 4214 m. ; oppure seguire la cresta di misto ( max II°) che scende verso WSW anch’essa al rilievo 4214 m. Oltrepassare il rilievo su un’ultima crestina ghiacciata affilata , oppure a destra ( scendendo) e raggiungere il colle del Felik 4061 m. attraversando tutto il grande pianoro del colle ( 1,30 h).
Da qui , seguendo le tracce solitamente presenti , scendere verso S il ripido rivetto che conduce sul ghiacciaio del Felik e al rif. Q. Sella 3585 m. ( ½ h).
2)Discesa verso il colle del Lys : dalla punta orientale scendere per la nevosa cresta E sino alle rocce della scoperta “Entdeckungsfels” 4153 m. (il primo tratto di cresta presenta enormi cornici protese verso Sud e , successivamente sulla spalla , tratti molto aerei). Dalla massima depressione del colle del Lys scendere con direzione S il ghiacciaio del Lys e congiungersi alle tracce quasi sempre presenti per arrivare ai rifugi Gnifetti 3647 m. e Mantova 3470 m. (3,00/3,30 h) .
Da qui , portarsi alla stazione sup. della funivia che sale da Alagna ( punta Indren ), scendendo verso SE su tracce di sentiero con bolli di segnavia attraverso sfasciumi e il ghiacciaio di Indren , ormai ridotto ad un “nero” glacio-nevaio . Scendere ulteriormente verso S su sentiero segnato con alcune parti attrezzate ; attraverso lo Stolemberg arrivare al Passo dei Salati dove giunge la cabinovia da Staffal (1,30 h) .
Esiste pure il vecchio sentiero che dal rif. Città di Mantova 3470 m. scende ad Alta Luce “ Hochliecht “ , su sfasciumi e nevai ; da qui con segnavia N°. 6° si scende all’Alpe Gabiet in circa 2,30 h .

remarks

“ Gran course “in alta quota su terreno misto e creste nevose molto aeree; consigliabile proseguire per la traversata al Lyskamm occidentale 4481 m. per poi rientrare al rif. Q. Sella attraverso il colle del Felik 4061 m.

Sensitive areas
There are sensitive areas on this route. Please refer to the map.

gear

Da ghiacciaio , oltre a qualche cordino e fettuccia per la scalata di misto sulla cresta vera e propria

Associated routes

Associated articles

Associated books

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • en
  • es
  • fr
  • eu
  • ca
  • de