Punta Tersiva : Giro della Punta Tersiva in MTB da Nus (Fenis)

Punta Tersiva : Giro della Punta Tersiva in MTB da Nus (Fenis)

{{detailsCtrl.documentService.document.associations.images[0].locales[0].title}}

Application mobile

View off-line all information from this route on the Camptocamp mobile application.

Associated waypoints

Map

  • Swisstopo - 46 - Val de Bagnes
  • Swisstopo - 293 - Valpelline
  • Escursionista - ESC09 - Valsavarenche - Gran Paradiso
  • Escursionista - ESC10 - Valle di Cogne - Gran Paradiso
  • Escursionista - ESC11 - Valle di Champorcher - Parco Mont Avic

Licence

General

route_types: loop
activities:
durations: 2 day(s)

quality: medium

Download track as

Rating

T4 

heights

elevation min/max : 510 m / 2940 m

height_diff: +3900 m / -3900 m

route_length: 76.192 km

orientations

E W S N

description

Da Fenis (o Nus, parcheggio all' uscita del casello autostradale) raggiungere in breve Fenis, senza entrare in paese salire alle frazioni Rovarey de Borroz e La Novallioz per strada con divieto di accesso ma asfaltata, proseguire fino a raggiungere la strada della collina che sale da St. Marcel a Les Druges. Alla frazione Plout (968m), su un tornante a sinistra prendere a destra la poderale con indicazioni Eva Verda (Acqua verde) che dapprima in piano e poi con strappi non pedalabili per il fondo sassoso e molto ripido porta al caratteristico ruscello con le rocce colorate di verde. Qui la pedabilita' migliora e con numerosi tornanti si arriva alla sterrata del vallone di St. Marcel che sale da Les Druges che si prende a destra e si segue su pendenze al limite della pedabilita' (tratti a spinta verso i 2000m) fino all' alpeggio Grande Chaux (2383m) passando per il bel laghetto di Layet (2227m). Qui termina la parte pedalabile (se in perfetta forma) e si segue il sentiero n° 15, dapprima poco evidente, che va ad intersecare il sentiero intervallivo n° 102 che verso destra porta al Colle di St. Marcel (2940m), considerare circa 550m con la bici a spinta e/o in spalla. Dal colle scendere per ottimo sentiero (pedabilita' 90%) prima al Lago Corona(2701m) e poi all' alpeggio Grauson Nuovo (2639m) e piu' sotto ad incrociare il sentiero che scende dal Colle dell' Invergneaux che si segue verso destra in direzione di Gimillam (brevi tratti a piedi). Da Gimillan due possibilita': per strada asfaltata alla rotonda oltre Cogne - oppure in mezzo al paese girare a destra, passare davanti all' Hotel Belvedere, e per bel single-track a Cretaz o Epinel (considerare 80m di risalita in piu' da Cretaz e 150m da Epinel ). Da Cogne raggiungere Lillaz per asfalto o per la pista di fondo alla sinistra or. del torrente e, poco prima del paese, prendere sulla sinistra la strada che sale nel Vallone dell' Urtier (prima parte e i tratti piu' ripidi asfaltati fino a circa 2200m). Al Bivio a circa 2350m (dopo una breve discesa) non seguire la sterrata di destra per il Rifugio Sogno di Berze' ma prendere quella di sinistra che attraversa il torrente e, con pendenza regolare e qualche tornante, porta prima al sentiero per il Colle dell' Invergneaux (2600m) e dopo poco alla Baita Orlando (2650m). Proprio dietro alla baita parte il sentiero che porta al Col Pontonnet (2898m), i primi 100m sono ripidi e occorre spingere/portare la bici (faticoso), poi spiana e si riesce a stare in sella per il 50% della rimanente salita con alcuni saliscendi divertenti, l' ultimo tratto tutto a spinta porta al colle. Proseguire in piano finche' il sentiero non comincia a scendere e si puo' salire in sella fino al Col Fenis (2833m), dal colle piegare a sinistra in Val Clavalite' seguendo il sentiero n°6. Per i primi 80m circa si riesce a stare in sella su terreno detritico non molto ripido poi, fino a circa 2600m la pendenza e le pietraie non permettono quasi nulla e occorre portare (faticosamente anche in discesa) la bici. Da qui la ciclabilita' diventa del 95% (a parte un breve tratto per superare una larga pietraia verso i 2400m) e su terreno molto sassoso si arriva alla poderale dissestata che passando dall' alpeggio Le Grand Alp (2129m) porta al bivio che a destra in salita porta all' alpeggio Travail dell' Echellier, proseguire dritto in discesa sul fondo della valle sempre seguendo la poderale che dopo molti chilometri sempre in discesa porta al pianoro della Val Clavalite' (1490m), in fondo al quale bisogna risalire per circa 30m di dislivello (rampa secca e dura) fino al parcheggio dove termina la strada asfaltata che sale da Fenis che si segue per 10km fino al paese e poi seguendo le indicazioni per l' autostrada al parcheggio di Nus.

remarks

Giro con poco chilometraggio ma dal dislivello importante, considerare che da Plout si devono salire 2000m tutti su sterrato con almeno 6-700m a spinta di cui 550m per il Colle di St. Marcel. Volendo evitare la poderale dell' Acqua Verde si puo' salire a Les Druges per la Strada della Collina o per quella che sale da Fenis e la interseca verso i 1300m di quota (opzione consigliata per ciclisti puri e poco propensi al ravanage, nonche' molto meno faticosa). Fattibile in giornata ma prevedere almeno 10-12h non tanto per il dislivello ma quanto per i tratti da fare a spinta a le discese in quota non velocissime. Consigliabile in due giorni con tappa a Cogne. In tutto il giro considerare un 15% di asfalto, 45% di poderali piu' o meno pedalabili e 40% di sentieri a spinta in salita e single-track in discesa. Il chilometraggio della traccia GPS allegata e' un po' in difetto causa spegnimenti vari, i km sono circa 81.

Sensitive areas
There are sensitive areas on this route. Please refer to the map.

gear

external_resources

Ottima la Carta Escursionistica 1:25.000 della Comunita' Montana Mont-Emilius - Hapax/Aosta 2008

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • es
  • fr
  • ca
  • de
  • en
  • eu