Ortles : Da Trafoi (località Drei Brunnen) per il versante NW

Ortles : Da Trafoi (località Drei Brunnen) per il versante NW

{{detailsCtrl.documentService.document.associations.images[0].locales[0].title}}

Application mobile

View off-line all information from this route on the Camptocamp mobile application.

Associated waypoints

Map

  • Swisstopo - 2260 - Müstair Süd

Licence

General

activities:
durations: 1 day(s)

quality: medium

Rating

D- / S4

heights

elevation min/max : 1600 m / 3905 m

height_diff: +2300 m / -2300 m

gear

glacier_gear: glacier_safety_gear

orientations

E W S N

description

L’Ortles rappresenta la massima elevazione delle Alpi centro-orientali e si presenta come una massiccia montagna dolomitica sormontata da una vasta calotta glaciale da cui si dipartono diverse creste rocciose e canaloni ghiacciati. Per questa sua conformazione non suggerisce l’idea di una montagna sciistica, ma a dispetto delle apparenze invece l’Ortles offre uno dei più belli itinerari scialpinistici delle Alpi Centrali.
Il percorso scialpinistico che parte da Trafoi attraverso il Vallone di Plaies ed il versante NW della montagna è un’itinerario piuttosto complesso e dal grande dislivello. E’ una salita di altri tempi che partendo dai verdi prati dell’amena località di Drei Brunnen, che credenze popolari ritengono luogo sacro, conduce alle bianche distese glaciali della cupola sommitale.
Attenzione! Questa salita seppur fantastica non è esente da pericoli, difatti tra i 2400 m di quota ed i 2800 m di quota si è costantemente esposti alla caduta di enormi valanghe di ghiaccio che possono staccarsi dalla corona di seracchi che orla la cupola sul versante NW.

Dalla località Drei Brunnen/Tre Fontane (1602 m), si attraversa il ponte in legno sul torrente e si imbocca il sentiero per il Rifugio Borletti o Berghuttle (2188 m) che si diparte proprio di fianco alla cappelletta votiva. Il sentiero ben tracciato (segnavia 15-186) si alza con numerosi tornanti lungo il dirupato e boscoso versante della montagna e piuttosto rapidamente conduce nei pressi del rifugio che sorge proprio al limite superiore del bosco.
Oltrepassare il rifugio e con un mezzacosta su pendii piuttosto ripidi portarsi nel Vallone di Plaies; qui seguendo grossomodo la direttrice del sentiero estivo traversare verso la propria sinistra per portarsi sul fianco destro orografico del vallone. Questo traverso costituisce probabilmente la parte più pericolosa dell’intero itinerario in quanto è soggetta ad enormi valanghe causate dal crollo dei seracchi della calotta sommitale che orlano il versante NW della montagna. Risalire interamente il vallone (Hohe Eisrinne) percorrendo pendii sempre sostenuti e raggiungere una conca a circa 2950 m di quota al riparo da qualsiasi caduta di ghiaccio. Deviando leggermente a destra si imbocca un ripido pendio che progressivamente si trasforma in un canale; percorrerlo integralmente, dapprima con gli sci e poi a piedi (35° e poi 40°, eventualmente calzare i ramponi). Al termine del canale si sbuca sulla cresta dove si incrocia la via normale proveniente dalla Payerhütte, a circa 3200 m di quota. Traversare verso la propria destra (generalmente a piedi) un ripido pendio nevoso per circa un centinaio di metri e pervenire ad una conca glaciale meno ripida (Eisrinne). Risalire nuovamente con gli sci ai piedi la conca dominata da alcuni seracchi e prestando attenzione ad alcuni crepacci traversare progressivamente alla propria sinistra per riportarsi sulla cresta (ultimi metri generalmente da percorrere a piedi senza difficoltà), poco sopra il Bivacco Lombardi (3316 m). Da qui si ha una visuale perfetta sulla ripida parete NE dell’Ortles. Puntare al ripido pendio soprastante (35° e poi 40°) che spesso nell’ultima parte è rotto da un piccolo salto ghiacciato che obbliga a calzare i ramponi. Oltre tale punto ad una quota di circa 3600 m ci si ritrova sulla parte superiore della cupola sommitale e quindi con percorso non obbligato, generalmente verso la propria destra ad aggirare la protuberanza ghiacciata che divide in due la cupola, si percorre su pendenze modeste l’intera calotta glaciale sino alla cima che si raggiunge sci ai piedi.
In discesa abbassarsi sino a quota 3600 m, qui se le condizioni lo permettono superare il breve ma ripido risalto ghiacciato ed abbassarsi sulla cresta poco sopra il Bivacco Lombardi. A questo punto non seguire l’itinerario di salita ma tagliare decisamente alla propria sinistra (faccia a valle) su ripidi pendii e poi abbassarsi su un costone quindi, appena possibile rientrare nella Eisrinne effettuando un ripido ma veloce traverso sotto i seracchi che la orlano superiormente. Portarsi al bordo inferiore della conca, dove in salita si erano calzati e gli sci, e traversare nuovamente alla propria sinistra (faccia a valle) per poi scendere un ripido pendio per un centinaio di metri, a questo punto con un traverso verso destra (attenzione esposto) rientrare nel canale iniziale a circa metà del suo sviluppo. Da qui con sciata sempre sostenuta ma meno esposta portarsi nel circo a circa 2900 m di quota. Continuare ad abbassarsi mantenendosi sulla destra (orog.) del vallone e appena possibile tagliare verso la propria sinistra per riprendere i pendii che in traverso riconducono al Rifugio Borletti. Non toccare il rifugio ma appena prima abbassarsi su di un bel pendio di un centinaio di metri e poi in traverso verso sinistra raggiungere la traccia del sentiero estivo, lungo il quale si rientra a fondovalle.
In caso di buon innevamento è possibile scendere interamente il Vallone di Plaies sino al suo termine sopra i prati di Drei Brunnen.

remarks

Grande dislivello che è possibile spezzare con la salita in due giorni pernottando al Rifugio Borletti (2188 m).

Itinerario di alta montagna complesso e vario. Attenzione in caso di nebbia a non smarrirsi sulla calotta sommitale.

Sensitive areas
There are sensitive areas on this route. Please refer to the map.

gear

Piccozza e ramponi indispensabili. Corda nel sacco.

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • en
  • es
  • fr
  • eu
  • ca
  • de