Six Madun / Badus : Traversata Oberalppass >> Tschamut concatenando il Pazolastock m.2739

Six Madun / Badus : Traversata Oberalppass >> Tschamut concatenando il Pazolastock m.2739

{{detailsCtrl.documentService.document.associations.images[0].locales[0].title}}

Application mobile

View off-line all information from this route on the Camptocamp mobile application.

Associated waypoints

Map

  • Swisstopo - 38 - Panixerpass
  • Swisstopo - 256 - Disentis / Mustér
  • Swisstopo - 1232 - Oberalppass

Licence

General

route_types: traverse
activities:
durations: 1 day(s)

quality: medium

Rating

2.3 / E1
PD+ / S2

heights

elevation min/max : 2044 m / 2928 m

height_diff: +1150 m / -1550 m

orientations

E W S N

description

Salita

Giunti in treno al passo dell'Oberalp mettere le "pelli" e risalire i pendii a sud del passo stesso. Si supera il primo ripido tratto spostandosi verso sudest quindi nuovamente verso sud sino a raggiungere i tranquilli pendii di Puozas dil Lai.Proseguire verso sud fino a raggiungere la cresta est del Pazola. La si segue, stando sul suo versante nord su terreno a tratti ripido, fin quando è possibile valicarla. Sul versante opposto scendere, se necessario, per qualche metro in direzione sudovest e seguire la valletta lungo i pendii della quale si raggiunge facilmente l'ampio tratto finale della cresta sud del Pazolastock (Piz Nurschalas) la cui cima è preceduta da una baracca militare. Dalla vetta si ripercorre la cresta sud in discesa fin dove possibile con gli sci, poi a piedi lungo il suo filo (segnavia estivi) che presenta brevi tratti affilati sino a calcare la quota 2743. Ricalzati gli sci si scende nella Comba di Tuma seguendo nel primo tratto la cresta sudest (Fil Tuma). A quota 2500 m. circa si rimettono le pelli e si rimontano i pendii nord del Badus tracciando secondo le condizioni di innevamento. Con gli sci si può arrivare a circa 30 m. dalla sommità su cui svetta una croce metallica con libro di vetta.

Discesa

Tornati agli sci si scende in direzione nord (paralleli alla cresta poco marcata), perse qualche decina di metri di dislivello si piega leggermente verso nordest sino a raggiungere un agevole passaggio che permette l'accesso al versante nordest del Badus. Su terreno poco ripido si compie un lungo traverso verso est passando sotto la verticale del Badus e al piede del Piz Tagliola. In vista della capanna Maighels (situata ai piedi della cresta sud del Piz Cavradi) si continua sempre complessivamente verso est su terreno più sostenuto con percorso intuitivo e facile sino al grande ripiano del Lai Urlaun (quota m. 2250). Da qui la discesa verso nord per raggiungere la strada innevata e chiusa dell'Oberalppass e Tschamut è segnalata da bandierine posizionate dal rifugista della Maighels.
Da Tschamut si torna in treno ad Andermatt (biglietto FS. 7,80).

remarks

  • Gita con dislivelli non proibitivi,ma tratti da percorrere a piedi e le manovre per togliere e mettere le pelli possono dilatare i tempi di percorrenza.Può diventare una gita più lunga di quello che i dislivelli reali farebbero pensare.
  • Modeste difficoltà di tipo alpinistico si possono incontrare, con scarso innevamento, sulla cresta che collega il Pazolastock con il culmine del Fil Tuma quotato m. 2743 e sugli ultimi metri di salita alla vetta del Badus.
  • Trattandosi di una traversata ci sono esposizioni a tutti i quadranti.

Sensitive areas
There are sensitive areas on this route. Please refer to the map.

gear

Associated routes

Associated articles

Associated books

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • de
  • es
  • en
  • eu
  • ca
  • fr