Blüemberg : Da Stoos passando per il Wannentritt

Blüemberg : Da Stoos passando per il Wannentritt

{{detailsCtrl.documentService.document.associations.images[0].locales[0].title}}

Application mobile

View off-line all information from this route on the Camptocamp mobile application.

Associated waypoints

Map

  • Swisstopo - 38 - Panixerpass
  • Swisstopo - 246 - Klausenpass
  • Swisstopo - 1172 - Muotatal

Licence

General

route_types: loop
activities:
durations: 1 day(s)

quality: medium

Rating

2.3 / E1
PD+ / S4

heights

elevation min/max : 1272 m / 2405 m

height_diff: +1400 m / -2000 m

orientations

E W S N

description

Salita

Da Stoos, splendida località raggiungibile con cremagliera dalla Muotathal(FS. 13), si seguono stradine e piste da sci per giungere alla partenza dello skilift sotto il Chlingenstock. Da qui si prende la pista di fondo in direzione est-sudest e la si percorre per circa 2,5 km. per abbandonarla verso destra in corrispondenza di una strada forestale che sale in lieve pendenza verso sud tra bellisimi boschi.
La stradina compie un arco verso est e raggiunge un ampia e bella radura con baite in località Troliger Boden. Si prosegue verso sud sino ad una baita isolata ai piedi della frastagliata dorsale nord della Sisiger spitz. Da qui bisogna effettuare un traverso ascendente verso sudest tagliando ripidi pendii a cui è opportuno fare attenzione. Si giunge nella valletta racchiusa tra la Sisiger spitz e il Driangel, poco a monte di una baita (1600 m. circa,Laubgarten). Ci si sposta ora verso sinistra su terreno aperto per trovare uno stretto passaggio tra radi arbusti (filo spinato) che da accesso al versante nordest del Driangel, si può scendere senza togliere le pelli in direzione sudest sin sotto la cresta Driangel-Schwarzstock.
Si risale per circa 20 m. ripidamente la cresta per raggiungere una forcella, il Wannentritt m. 1596. Il versante opposto presenta un saltino ripido di alcuni metri che può essere conveniente scendere a piedi. Per terreno aperto si scende per la goldplangg in direzione sudovest-sud fino al fondovalle in corrispondenza di un ponticello a quota 1420 m. circa. Questa valle mette in contatto Riemenstalden con la Muotathal. Dal ponte si prosegue in direzione est sul tracciato di un sentiero estivo verso Rotenbalm, popi verso nord in ambiente bellissimo e su pendii sostenuti a Vor den Locheren. A quota 1800 m. circa nei pressi di una baita il terreno "molla un po'",verso destra si potrebbe andare alla LidernenH., il nostro itinerario prosegue verso sud nel vallone di destra (salendo) ripido e dolomitico. Giunti a quota 2000 circa si piega a sinistrap per aggirare salti di rocce poi ancora verso sud sempre ripidamente finchè è visibile un caratteristico monolite dolomitico e la parte alta della discesa nord del Bluemberg.
Si scende di qualche metro per infilarsi nel vallone tra il monolite a sinistra e la cresta nord del Bluemberg a destra. Presto l'itinerario confluisce nella ripida pala nord del Bluemberg. La vetta è raggiungibile con gli sci ai piedi aggirando la cuspide rocciosa verso destra lungo una larga cengia innevata.

Discesa

L'itinerario classico verso nord (molto frequentato) passa per il Rapperslaui (m. 2054) e in corrispondenza del termine della dorsale dell'huendersadel piega verso nordest verso Ahoreli. Con abbondante e sicuro innevamento si può continuare invece su splendidi pendii dritti verso nord (Achslen). Con qualche tratto fra radi arbusti e passaggi "acrobatici" ed obbligati possibili solo con tanta neve,si raggiunge Frutt m. 1083 quindi Ellberg dove ci si ricongiunge con la discesa classica:In brevwe tagliando spesso la strda forestale, si giunge a Schachen nella Muotathal m. 600.

remarks

  • Il dislivello pare classificare la gita tra quelle di medio impegno, ma il percorso inusuale può costringe spesso ad aprire la traccia nell'abbondante neve invernale per lunghi tratti. Sviluppo notevole.
  • Pur non essendo un percorso con elevate difficoltà tecniche può impegnare la "testa" per la continua ricerca dei passaggi sempre nuovi (non si percorre per tutto l'itinerario due volte lo stesso tratto fatto salva la pala sotto la vetta) e il fisico per il notevole sviluppo che l'apparente modesto dislivello non fa apparire.
  • Complessivamente sia in salita che in discesa si percorrono pendii esposti da nordovest a nordest.Solo la discesa da Wannentritt prende sole dal mattino pertanto i primi ripidi metri tra le rocce potrebbero essere privi di neve.

Sensitive areas
There are sensitive areas on this route. Please refer to the map.

gear

Associated routes

Associated articles

Associated books

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • en
  • es
  • fr
  • eu
  • ca
  • de