Pizzo Barone : da Chironico per il Rifugio Sponda

Pizzo Barone : da Chironico per il Rifugio Sponda

{{detailsCtrl.documentService.document.associations.images[0].locales[0].title}}

Application mobile

View off-line all information from this route on the Camptocamp mobile application.

Associated waypoints

Map

  • Swisstopo - 43 - Sopra Ceneri
  • Swisstopo - 266 - Valle Leventina
  • Swisstopo - 1272 - Pizzo Campo Tencia

Licence

General

activities:
durations: 1 day(s)

quality: medium

Rating

3.2 / E2
AD / S3

heights

elevation min/max : 900 m / 2864 m

height_diff_up: 1980 m

height_diff_difficulties: 2750 m

slope: 30°-35° da Gardisco in su

orientations

E W S N

description

512451

Salita alla Capanna Sponda da Chironico

Dal paese seguire le indicazioni del sentiero estivo per la capanna seguendo la strada sulla sinistra orografica del Ticinetto che si addentra in val Chironico innalzandosi via via al di sopra del torrente (la strada è asfaltata e viene pulita in stagione avanzata). A circa quota 900m un cartello indica la bella mulattiera che si nnalza verso N poi NW in un bosco ceduo superando una bastionata rocciosa con dei tornanti. Si passa quindi alle baite abbandonate di Sgnoi (1247m), si prosegue a mezza costa in direzione W passando per Artengo (1338m) fino a giungere al suggestivo paesino di Cala (1469m) con la caratteristica chiesetta affrescata ed il campanile. Non si prende il sentiero estivo che atraversa dei flussi ghiacciati ma ci si porta a mezza costa in direzione W seguendo il sentiero che si addentra nella foresta di abeti passando per le quote 1497m e 1537m, località Pian del Or; da qui si risale lungo un sentiero il dosso boscoso in direzione NNW (segnali bianchi e rossi sulle piante) fino a Faura di Cala Ovest (1828m), da qui ci si sposta verso W con mezza costa fino ad uscire da bosco vicino all'Alpe Sponda (1928m) e da qui in 10' a NW si arriva alla Capanna Sponda 1997m.

Salita

Dal rifugio si compie un ampio semicerchio in direzione W guadagnando la quota di 2160 m, attraversando un paio di torrenti che scendono dagli ampi pendii alla base del Pizzo Forno, sino a raggiungere dapprima i toponimi indicati con i nomi di Toirà e poi Gardiscio. Da qui ci si porta sotto le rocce basali del Pizzo Piodisc con un ampio diagonale su terreno ripido (35°), cercando per quanto possibile di guadagnare quota e raggiungere l'Alpe Campioni a circa 2550m. In direzione W si punta l'evidente selletta tra il Barone e il Piodisc che si lascia - senza raggiungerla - alla propria destra, imboccando l'ampio e ripido costone ricompreso a monte tra la cresta del Barone e a valle tra un cengia al di sotto della quale c'è un altro canale abbastanza stretto (percorribile se del caso in discesa). Si risale il costone con ampi dietrofront ed al suo termine si raggiunge in pochi minuti la vetta piatta del Barone.

Discesa

Una volta giunti alla terrazza dell'Alpe Campioni (circa 2600m) si può sciare praticamente a filo di piombo in direzione E fino alla valletta relativamente in piano di quota circa 1930mt, dove si attraversa il torrente. Da qui si ripella per gli ampi dossi dell'Alpe Legnai in direzione NE sino all'incirca a quota 2200 dove ci si ricollega al diagonale che risale dalla capanna, che si raggiunge in discesa in pochi minuti.

remarks

Itinerario lungo per lo sviluppo e faticoso per l'avvicinamento (obbligato) in capanna.
Da un punto di vista prettamente sciistico, di poco interesse se non da sopra Gardisco in poi. Le cose cambiano invece se si scia per la variante di discesa.
Esposizione: S sino a Gardisco, poi E - NE (compresa la variante di discesa).

Sensitive areas
There are sensitive areas on this route. Please refer to the map.

gear

Utili piccozza e ramponi.

Associated routes

Associated articles

Associated books

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • de
  • es
  • en
  • eu
  • ca
  • fr