Grigna Settentrionale / Grignone : Da Pasturo per il Pialeral

Grigna Settentrionale / Grignone : Da Pasturo per il Pialeral

{{detailsCtrl.documentService.document.associations.images[0].locales[0].title}}

Application mobile

View off-line all information from this route on the Camptocamp mobile application.

Associated waypoints

View in other lang fr

Map

  • Swisstopo - 48 - Sotto Ceneri
  • Swisstopo - 287 - Menaggio

Licence

General

route_types: return_same_way
activities:
durations: 1 day(s)

quality: medium

Rating

AD- / S3

heights

elevation min/max : 622 m / 2409 m

height_diff: +1787 m / -1787 m

orientations

E W S N

description

Salita

Lasciata l'auto al primo cartello di divieto di transito salire per ampi prati e fasce boscose fin a raggiungere la località Pialeral, ove si trova l'omonimo rifugio (ex rifugio Tedeschi) 1430m.
E' pure possibile giungere al Pialeral anche partendo dai pressi del caseificio Mauri (622m ca), posto all'imbocco dell'abitato di Pasturo. In questo caso occorre seguire brevemente la stradina che si diparte dal caseificio sino ad incontrare una fattoria. Qui salire leggermente verso sinistra per una bella radura ad incrociare nuovamente la stradina, seguirla per circa 200m e poi proseguire nuovamente sulla propria sinistra per pascoli e radure, attraversando brevemente un tratto boscoso. Si incrocia poi la strada sterrata che proviene da Pasturo (gruppo di case) proprio dove è necessario portarsi con un saliscendi sul lato opposto della valle dell’Acqua Fredda (è possibile seguire la strada principale con un semicerchio in falsopiano oppure scendere per una stradina sul fondovalle per poi risalire sul versante opposto). Poi, sempre per prati su terreno aperto e panoramico si raggiunge il Pialeral dove ci si ricongiunge anche con l'itinerario che sale dal Colle del Balisio.

Dal Pialeral salire in direzione NW lungo un'evidente costone che porta alle Baite dei Comolli 1852m. Ora il pendio si fa molto ripido e con traccia pistata conviene salire sci in spalla la traccia invernale (consigliata con rischio valanghe) puntando direttamente alla cresta NE che unisce il Pizzo della Pieve con il Grignone. Seguendo la stessa cresta in direzione SW (attenzione alle cornici!) si arriva in vetta.

Discesa

  • Per l'itinerario di salita (conviene lasciare gli sci all'arrivo in cresta) se le condizioni non sono ottimali.
  • Direttamente dal canale sotto al Rifugio Brioschi (pendii molto ripidi, S4) solo con neve sicura. A quota 1800m imboccare il canale che porta nella Foppa dei Ger, da qui, su terreno molto ripido, si arriva al Rifugio Pialeral. Da qui, per l'itinerario di salita.

remarks

Dato il notevole dislivello è possibile effettuare la salita in due giorni, pernottando al Rifugio Pialeral (contattare anticipatamente, non sempre è aperto)
Gita molto bella con discesa di ottimo livello, occorre neve assolutamente sicura e buona padronanza degli sci.
Valutare la salita a piedi o con gli sci sui ripidi pendii sopra ai Comolli, anche in funzione dell'orario per la discesa.
Per la discesa sotto al Rifugio Brioschi far attenzione all'orario. L'esposizione è pieno sud!

gear

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • en
  • de
  • eu
  • ca
  • es