Strahlhorn : Via Normale dalla Britanniahütte

Strahlhorn : Via Normale dalla Britanniahütte

{{detailsCtrl.documentService.document.associations.images[0].locales[0].title}}

Application mobile

View off-line all information from this route on the Camptocamp mobile application.

Associated waypoints

View in other lang fr - en

Map

  • Swisstopo - 47 - Monte Rosa
  • Swisstopo - 284 - Mischabel
  • Swisstopo - 1348 - Zermatt
  • Swisstopo - 1328 - Randa
  • Swisstopo - 1329 - Saas

Licence

General

route_types: return_same_way
activities:
durations: 2 day(s)
configuration: glacier

quality: great

Download track as

Rating

F     II    P4 
2.3 / E1
PD+ / S3

heights

elevation min/max : 2989 m / 4190 m

height_diff: +1400 m / -2600 m

route_length: 17.145 km

gear

glacier_gear: glacier_safety_gear

orientations

E W S N

route_history

La première ascension du Strahlhorn a été réalisée le 15 Août 1854 par Christopher Smyth, Ulrich Lauener, Edmund J. Grenville et Franz-Josef Andenmatten.

description

Accesso

Da SaasFee utilizzare la funivia del Felskinn dalla stazione a monte seguire verso E-SE le indicazioni per la Britannia, stando più o meno sulla curva di livello dei 3020-3030 m, si passa per la stazione di arrivo dell’impianto Egginerjoch poi con qualche saliscendi si giunge alla capanna Britannia m 3030. Circa 30 min in piano su traccia battuta meccanicamente.

Da Langflue seguire le piste di sci(chiuse) sul Feegletcher verso S per ca 20min.poi verso WSW perdendo un centinaio di metri e risalire per raggiungere il tunnel degli impianti del Felskinn.

Salita

2°gg) dal rifugio si perde circa 100-110m di dislivello per scendere sul ghiacciaio di Hohlaub (direzione SW). Si procede verso S su pendii poco inclinati per raggiungere l’Allalingletscher dove si perde l’imponente cresta dell’Hohlaub, si risale il ghiacciaio, mai troppo inclinato, stando in prossimità della parete rocciosa seguendone lo sviluppo sino a giungere sui vasti ripiani sotto l’Allalinpass. L’itinerario si sviluppa nel tratto successivo prevalentemente verso S sull’ampio ghiacciaio, tracciare il percorso è relativamente intuitivo, a circa quota 3680 si possono fare delle scelte a seconda delle condizioni di innevamento.
La prima possibilità, classica, è raggiungere la cresta un po’ a monte dell’Adlerpass e seguirla stando prevalentemente sul suo versante E. Se ben innevata è possibile tenere gli sci ai piedi sino alla quota 3954 dove il pendio torna ad essere ampio e facile, da qui in direzione SE sino sotto la cima che con buon innevamento si raggiunge praticamente con gli sci ai piedi.
Altre due possibilità si possono invece trovare attraverso la ripida seraccata che delimita verso SE l’itinerario verso l’Adlerpass, sono due pendii glaciali ripidi, ma se ben innevati molto ampi, che si insinuano tra i seracchi e permettono di raggiungere i facili pendii superiori a monte della quota 3954, quindi per lo stesso itinerario descritto sopra si prosegue facilmente fino in vetta
DISCESA:
Per l’itinerario di salita fino in prossimità della quota 3954, quindi lungo il pendio tra la seraccata e la cresta dell’Adlerpass, che si è avuto modo di vedere bene in salita, fino a riprendere la traccia di salita a quota 3550 ca.,poi lungo quest’ultima sin sotto il rifugio dove si “ripella” per recuperare i 100 m di dislivello. Da qui lungo l’itinerario di salita del 1°giorno sino all’Eginerjoch da cui inizia la pista che scende a Saas-Fee.

remarks

  • Piani glaciali lunghissimi con inclinazioni lievi; 7 km. per 800m. di dislivello dalla Britannia all'Adlerpass.
    Ghiacciaio dell’Allalin piuttosto insidioso in alcuni tratti per la presenza di numerosi crepacci, conviene percorrerlo con buon innevamento.

Sensitive areas
There are sensitive areas on this route. Please refer to the map.

gear

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • de
  • ca
  • eu
  • es