Grande Casse : da Les Fontanettes per i Grands Couloirs -

Grande Casse : da Les Fontanettes per i Grands Couloirs -

{{detailsCtrl.documentService.document.associations.images[0].locales[0].title}}

Application mobile

View off-line all information from this route on the Camptocamp mobile application.

Associated waypoints

View in other lang fr - en

Map

  • IGN - 3633ET - Tignes - Val d'Isère - Haute Maurienne - Parc national de la Vanoise
  • IGN - 3534OT - Les Trois Vallées - Modane - Parc National de la Vanoise

Licence

General

route_types: return_same_way
activities:
durations: 2 day(s)
configuration: face

quality: medium

Download track as

Rating

PD+     II 
4.2 / E2
D / S4

heights

elevation min/max : 1650 m / 3855 m

height_diff: +2250 m / -2250 m

route_length: 6.626 km

height_diff_difficulties: 1200 m

slope: 42°/200m

gear

glacier_gear: glacier_safety_gear

Access

lift_access : yes

orientations

E W S N

description

1° giorno

Da Les Fontanettes

Si posteggia in località Les Fontanettes m 1644 a monte di Pralognan la-Vanoise. Se gli impianti sono chiusi si risalgono le piste in direzione NE sino al Rif. Les Barmettes 2010m (arrivo degli impianti). Si continua nell’ampio vallone della Gliere stando sulla sinistra orografica del torrente su pendii poco inclinati sino al Lago delle Vaches 2318m. Si piega verso Ovest( percorso sempre molto intuitivo) sino al Lago Long, quindi verso Sud quasi in piano, tenendo a destra l’Aiguille de la Vanoise, fino al Rif. Felix Faure (2531m) o del Col de la Vanoise visibile solo all’ultimo momento.

Da Termignon

Dal parcheggio quota 2307m località Bellecombe seguire la carrozzabile chiusa al traffico privato passando prima per il Refuge du Plan du Lac (2364m), seguirla in leggera discesa fino alla cappella Saint Bartelemy (2284m) e prendere la mulattiera che scende sulla sinistra (sentiero ben segnalato) e che conduce al Pont de la Renaudière (2053m, punto più basso dell'itinerario). Da qui seguire la sterrata che porta al Refuge d'Entre Deux Eaux (2120m) ed alla Chapelle Saint Pierre (del 1754). Proseguire lungo il sentiero che si addentra nella valle (visibile la vetta con la parete E) fino all'antico ponte in pietra di Croe-Vie. Prendere la mulattiera che si innnalza a sinistra superando un ripido pendio di pietraie e cespugli per uscire nel vallone del Ruisseau de la Vanoise in corrispondenza di un punto di tiro (Blockhouse 2350m). Inoltrarsi nell'ampio vallone verso ENE mantenendosi piuttosto sulla sinistra orografica (a destra più aquitrinoso) fino a raggiungere il Refuge col de la Vanoise (Félix Faure) a 2516m.

2°giorno

Dal rifugio scendere qualche metro sino al lago, quindi se le condizioni sono eccellenti non seguire il tracciato indicato sulla carta IGN al 25000, ma tenersi più a destra, direzione NE, su un pendio non troppo ripido che dopo poco è interrotto da uno strappo ripidissimo che permette di guadagnare il ghiacciaio del Grands Couloirs. Su pendenze sempre sostenute ci si sposta progressivamente verso sinistra salendo (N) fino in una zona del ghiacciaio più pianeggiante. Ora si apre verso Est il tratto ripidissimo del ghiacciaio fino al Colle del Grands Couloirs, vasta sella tra la punta principale e la punta Mathews, questo tratto a seconda del tipo di innevamento si deve decidere se percorrerlo con gli sci ai piedi o in spalla (o lasciarli addirittura giù). Senza raggiungere il colle si punta verso la cresta SW che è percorribile in buone condizioni con gli sci ai piedi praticamente quasi sino in vetta.

Discesa

lungo l’itinerario di salita.

remarks

L’itinerario perché possa essere percorso in sicurezza facendo uso degli sci sino in cima richiede un eccellente innevamento sia sotto l’aspetto qualitativo che quantitativo. I punti chiave dell’itinerario descritto sono essenzialmente due:
- i due risalti della parte iniziale del percorso, soprattutto il primo, ripido, che non deve avere rocce affioranti.
- Il lungo tratto del ghiacciaio del Grands Couloirs che ha un inclinazione tra i 42° e 45° su un dislivello di almeno 200m. Comunque anche il resto del pendio è piuttosto sostenuto.

Inoltre non sono esclusi slittamenti del manto nevoso che possono coinvolgere una buona parte della destra orografica del Grands Couloirs.

Sensitive areas
There are sensitive areas on this route. Please refer to the map.

gear

external_resources

Se vi interessa potete vedere la panoramica parziale dalla cima cliccando quì: http://www.alpen-panoramen.de/panorama.php?pid=6541

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • eu
  • de
  • es
  • ca