Torrione di Mezzaluna : per la via della crepa

Torrione di Mezzaluna : per la via della crepa

{{detailsCtrl.documentService.document.associations.images[0].locales[0].title}}

Application mobile

View off-line all information from this route on the Camptocamp mobile application.

Associated waypoints

Licence

General

route_types: return_same_way
activities:
durations: 1 day(s)
configuration: face

quality: medium

Rating

AD+  
5a > 4a

    III    P3 

heights

elevation min/max : 1454 m / 2333 m

height_diff: +900 m / -900 m

height_diff_difficulties: 80 m

difficulties_height: 2250 m

orientations

E W S N

description

Dalla partenza della seggiovia di Pescegallo 1454m si attraversa in piano verso W fino ad imboccare la val Tronella che si risale seguendo le indicazioni per il rifugio Benigni, giunti al piccolo invaso a quota 1808m, si continua nel fondovalle fin quasi sotto le bastionate di roccia della sinistra orografica. Si risale ora sulla destra il vallone che sale fino ai piedi del Torrione di Mezzaluna, caratteristico monolito alto oltre 50 metri, lo si aggira sulla destra e si raggiunge il versante NW.
Si lasciano gli zaini alla base della crepa N che taglia la torre (da N a S, perchè con lo zaino sulle spalle si rischierebbe di incastrarsi. Con corda (60 m), imbrago e una manciata di protezioni veloci si entra nella crepa. Subito un grosso blocco ostruisce il passaggio. Lo si supera sulla sinistra (III), poi, in corrispondenza di un buco, la fessura piega decisamente a sx, si stringe e diventa quasi buia.
Nel fondo di questo angusto camino umidiccio (6 m, V, cordino per la calata) trovo una via per passare al ripiano superiore. Non sono metri facili, forse alla base di questo cunicolo converrebbe puntare direttamente (breve placca) alla cengia orizzontale che si raccorda facilmente col corridoio (faccia S) raggiunto anche dal camino.
Qualche metro in piano e nuovamente la crepa è sbarrata da un muro di pietre. Sopra la testa, sospesi in aria e incastrati tra le vicine pareti della crepa, vi sono alcuni blocchi che aumentano il senso di inquietudine.
Insistiamo per la crepa, salendo senza difficoltà il muretto (5m, IV). Si entra in una nuova stanza nuovamente diretta verso S, molto più luminosa perchè verso NE si apre una finestra con bella vista sulla val Gerola.

Su per una strozzatura di massi incastrati siamo a un terrazzino, da cui si diparte un corridoio verso E che porta all'esterno, proprio alla cengia che conduce sul lato S alla base della placca finale di IV+ della via normale.

Questo corridoio che porta all'esterno (E) fa parte di una fessura perpendicolare a quella che abbiamo percorso fin qui. Forse si può tentare di salire anche per la placca che costituisce la faccia meridionale di quest'ultima, ma nessun indizio suggerisce quale sia la via migliore.

Una possibilità per uscire direttamente in vetta dalla crepa consta nel raggiungere dal punto d'incontro delle due grandi crepe il punto più alto del terrazzino a N e da lì attaccare la placca che costituisce la faccia occidentale della crepa N-S.
4 metri dall'attacco della placca (IV+) vi è uno spit malsicuro (al massimo portare una chiave per provare a stringere il bullone o un martello per eliminarlo del tutto tanto si potrebbe proteggere con un friend medio). Si traversa con poco agio 4 metri a destra, alla base dell'evidente diedro salvifico.
Si afferra la presa con un allungo ( o lanciare se si è meno di 1.75m), poi si sale il bel diedro e si sbuca all'esterno (10 m, V+).
Ora si piega a sinistra e per una facilissima placconata si è vetta (20 m, II) (Torrione Mezzaluna 2333m, ore 4 da Pescegallo).
Si trova una sosta attrezzata su un masso incastrato nei pressi della crepa secondaria, quella sopra il corridoio che portava all'esterno, e da lì ci si cala per 30 m prendendo un po' di botte alla schiena e un po' alle ginocchia: il passaggio è molto angusto.
Dalla base di questa calata si può tornare di nuovo in cima percorrendo il corridoio verso sinistra SE e la cengia del lato E. Si sale infine in vetta per la placconata a S lungo la via normale (30 m, IV+).
In discesa, anche da questo versante, è necessaria una calata di 30 m poi portarsi sul lato Val Pianella (O), dove grazie a un sistema di cenge erbose e canali si torna alla base della crepa.

Variante di discesa: dal terrazzino da cui si attaccano la placca e il diedro che porterebbero direttamente in vetta dalla crepa, si compie un traverso delicato sulla faccia destra (E) della crepa N-S (N, 8m, V-) e si raggiungono i 3 massi sospesi e incastratinella crepa a 30 metri da terra che durante la salita si vedevano dal basso.
A destra dei massi vi è un'apertura il cui stipite sinistro pare arrampicabile seppur molto lichenoso. Dai blocchi sospesi ci si può calare nel vuoto e arrivare nel corridoio appena sopra il camino salito all'andata [n.d.r. accanto alla nostra fettuccia arancione vi è pure un vecchio fil di ferro arrugginito].
Un'ulteriore calata di 25m circa e un tratto in disarrampicata portano alla base del Torrione Mezzaluna dove avevamo lasciato gli zaini.

remarks

Posto strano oserei dire che il Torrione di Mezzaluna per la sua conformazione è la cima più stravagante della Val Gerola.

Sensitive areas
There are sensitive areas on this route. Please refer to the map.

gear

Corda da 60m se si vuole intraprendere la discesa dalla via della crepa, casco e oltre anche alcune fettucce e cordini eventualmente da abbandono e qualche frend medio piccolo.

external_resources

Altre foto e relazione della salita del 28-06-2012 qui: http://www.clickalps.com/galleria/admin/forum/viewtopic.php?f=32&t=1420&p=9952#p9952

Cliccando quì è possibile visionare il panorama a 360° dal Torrione di Mezzaluna in data 28-06-2012:
http://www.alpen-panoramen.de/panorama.php?pid=19919

Mentre quì quella fatta durante una gita scialpinistica alla base della caratteristica crepa in data 11-04-2010:
www.alpen-panoramen.de/panorama.php?pid=9815

Associated routes

Associated articles

Associated books

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • es
  • ca
  • fr
  • en
  • de
  • eu