Brenta Alta : Via Detassis

Brenta Alta : Via Detassis

{{detailsCtrl.documentService.document.associations.images[0].locales[0].title}}

Application mobile

View off-line all information from this route on the Camptocamp mobile application.

Associated waypoints

View in other lang fr

Licence

General

route_types: loop
activities:
durations: 1 day(s)
configuration: face

quality: medium

Rating

TD+  

heights

elevation min/max : 2491 m / 2960 m

height_diff_difficulties: 500 m

orientations

E W S N

route_history

B.Detassis, E.Giordani, U.Battistata - 1934
Bruno Detassis, il grande vecchio del Brenta, insieme a Cassin l'unico supersite della gloriosa generazione dei grandi alpinisti degli anni '30, coloro che portarono l'arrampicata pura ai massimi livelli e a un limite che doveva rimanere tale per almeno quarant'anni. Forse la sua via sulla compatta parete nordest della Brenta Alta rimane la realizzazione più significativa di una carriera durata quasi sessant'anni e costellata da una quantità incredibile di prime ascensioni, ripetizioni, invernali, solitarie. Doveva avere qualcosa di magico tra le dita e sotto i piedi, o più probabilmente una preparazione mentale in anticipo di decenni, perché nel percorrere le sue vie si rimane scioccati dalla capacità di superare le placche più compatte e verticali, utilizzando una tecnica che allora era ben poco diffusa. Basti pensare che fino a quel momento, a parte qualche rara eccezione (Solleder sul Sass Maor), ci si era sempre mossi incuneandosi tra camini e diedri, alla ricerca di una parziale quanto aleatoria protezione psicologica. Viene da pensare che il maestro del Brenta si inventò i movimenti dei climbers moderni, viaggiando lungo le placche grigie di fattezza verdoniana, che contraddistinguono il tratto clou della salita

description

L'itinerario, malgrado l'andamento poco lineare, è di grande bellezza e si può sostanzialmente suddividere in due parti: i primi due terzi si sviluppano prevalentemente su muri verticali compatti, che richiedono una bella arrampicata esterna. La parte terminale invece è più articolata, lungo camini, diedri e balze, ma non va sottovalutata. Roccia da buona a ottima, con qualche lunghezza superlativa.

288338
288337

Avvicinamento

Da Vallesinella si sale, in poco meno di due ore, al Rifugio Brentei. Dal rifugio si prosegue fino alla Bocca di Brenta e al Rifugio Pedrotti-Tosa. Si scende per il sentiero di accesso perdendo 200-300 metri di quota, fino ad aggirare gli speroni meridionali della Brenta Alta e, compiendo un ampia svolta a sinistra, entrare nello splendido circolo della parete Nordest. Circa due ore dal Brentei; per la via calcolare otto ore e un'ora e mezza per la discesa.

Via

Da completare...
Vedere schizzo.

Discesa

Si scende sul lato opposto, versante Rifugio Pedrotti, per canali e sfasciumi con tratti in arrampicata ed eventuali brevi calate, fino a un ampio dosso detritico, dal quale si scende (ometti) e si raggiunge ­ piegando a destra ­ un camino. Con una o due doppie si perviene nei pressi della Bocca di Brenta.

remarks

  • 18 lunghezze
  • Impegno: via superiore ai 500 metri, distante dal fondovalle, con ritirata complicata
  • Attrezzatura: via alpinistica con protezioni tradizionali, mediamente proteggibile, con protezioni più rade, ma voli senza conseguenze (R2)
  • Roccia: dolomia
  • Difficoltà: VI (obbl) // VI TD+
  • Accesso stradale: Trento ­ Tione ­ Pinzolo ­ Madonna di Campiglio - bivio a destra per Vallesinella.
  • Logistica: Rifugio Brentei, 2182 m, tel. 046 5441244 Rifugio Pedrotti-Tosa, 2491 m, tel. 0461 948115

Sensitive areas
There are sensitive areas on this route. Please refer to the map.

gear

Dadi e friends

external_resources

A.Gogna, Sentieri verticali. Storia dell'alpinismo nelle Dolomiti, Ed. Zanichelli 1987

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • en
  • ca
  • de
  • eu
  • es