Punta Cusidore : via dell'amicizia

Punta Cusidore : via dell'amicizia

{{detailsCtrl.documentService.document.associations.images[0].locales[0].title}}

Application mobile

View off-line all information from this route on the Camptocamp mobile application.

Associated waypoints

Licence

General

activities:
durations: 1 day(s)

climbing_outdoor_type: multi

quality: medium

Rating

TD+  

orientations

E W S N

route_history

Claude e Yves Remy, 1989
In una breve visita nella primavera del 1989 i fratelli svizzeri realizzarono due belle salite sulla montagna più alpinistica della Sardegna, oltre a due itinerari nella zona di Surtana. La "via dell'amicizia" rispecchia lo stile e le abitudini già adottate sull'arco alpino: attrezzatura parsimoniosa con utilizzo degli spit solo sullo stretto indispensabile, predilezione per le protezioni veloci da piazzare nelle generose fessure e nelle numerose clessidre. Ne è risultata una grande realizzazione, omogenea e continua, con l'eccezione di qualche breve tratto di raccordo. Una via che nulla ha da invidiare alle grandes courses delle Alpi per impegno, difficoltà, ambiente e qualità della roccia

description

La parete nord della Punta Cusidore fa bella mostra di sé dalla statale che collega Oliena a Dorgali: una struttura calcarea molto complessa quanto a estensione e forme, sulla quale si contano una ventina di itinerari, tra i quali il più anziano ha appena trent'anni. L'esplorazione infatti é stata relativamente recente, malgrado il poderoso versante settentrionale non potesse in alcun modo passare inosservato. Immersa in un ambiente selvaggio di incomparabile bellezza, tanto simile a prima vista alle pareti alpine, quanto in realtà differente in tutto e per tutto (basti osservare la vegetazione), la Cusidore riesce a regalare, con l'atmosfera magica che la circonda, sensazioni fortemente caratterizzate, anche per chi è più avezzo all'aria della verticalità. La scenografica discesa per il versante sud e per la Forcella di Sovana completano il quadro.

281184

Avvicinamento

Si continua a piedi fino al caratteristico masso di Preda e'Littu, dove si abbandona la carrareccia (15 minuti). Da lì parte un sentiero evidente, marcato a bolli bianchi e rossi, che passa in prossimità dello spigolo nord-ovest. L'attacco della via è sul bordo sinistro del pilastro, in prossimità di una piccola conca (chiodo visibile a 10 m ­ 45 minuti dalla Preda).

Via

Da completare
Vedere schizzo
Nota: i tratteggi indicano il percorso originale, che per errore, è stato abbandonato a favore di qualche tratto sulla via classica dello spigolo NW. Dopo la S2 bisogna spostarsi decisamente a sinistra sul filo dello spigolo e, superata una zona facile (III), percorrere un diedro verticale (VII-). Decisamente forzato il breve tratto in diedro-camino della decima lunghezza.
Per la via calcolare 7-8 ore.

Discesa

Dalla vetta si scende sul versante opposto (sud), seguendo una traccia e alcuni ometti, con qualche breve salto roccioso (II grado), fino a raggiungere un ampio prato. La traccia si perde; si traversa in piano in direzione ovest (destra), fino a raggiungere la Forcella di Sovana (938 m), dove si incontrano nuovamente deboli tracce. Superata una zona con alcuni lecci e un ovile abbandonato, si ritrova il sentiero che passa vicino all'attacco, lungo alcuni ghiaioni. Di qui al parcheggio per lo stesso percorso utilizzato in salita. Due ore per la discesa dalla vetta.

remarks

Accesso stradale: Tra Dorgali a Oliena si incontra a destra una stradina in prossimità della piccola chiesetta bianca di Nostra Signora di Monserrata. La si imbocca e si devia subito dopo a sinistra, in direzione opposta rispetto alla chiesa; la strada diventa sterrata. Si prosegue in lungo traverso, apparentemente allontanandosi dalla parete, finché la strada diventa accidentata. Si parcheggia senza intralciare eventuali passaggi di altre vetture.

Sensitive areas
There are sensitive areas on this route. Please refer to the map.

gear

Ampia scelta di dadi e friends, molti cordini.

external_resources

M.Oviglia, Pietra di Luna, Ed. Saredit 1987, M.Oviglia,
Sardegna, CAI-TCI

Associated routes

Associated articles

Associated books

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • de
  • es
  • en
  • eu
  • ca
  • fr