Pizzo dell'Averta : Dalla Cava di Valbiore

Pizzo dell'Averta : Dalla Cava di Valbiore

{{detailsCtrl.documentService.document.associations.images[0].locales[0].title}}

Application mobile

View off-line all information from this route on the Camptocamp mobile application.

Associated waypoints

Map

  • Swisstopo - 44 - Passo del Maloja
  • Swisstopo - 278 - Monte Disgrazia
  • Swisstopo - 1296 - Sciora

Licence

General

route_types: return_same_way
activities:
durations: 1 day(s)

quality: medium

Rating

PD-  
2
 

heights

elevation min/max : 1150 m / 2853 m

height_diff_up: 1703 m

orientations

E W S N

description

Partire dalla cava di Valbiore (q. 1150 m.) poco sopra Filorera e seguire il sentiero che segue il vecchio tracciato della strada. Appena superato l'alpe Bisolo (ca. q. 1500 m.) tagliare la strada che sale con noiosi tornanti per il bosco seguendo le indicazioni e giungere a Preda Rossa (q. 1955 m.).
Da Preda Rossa si parte direttamente dal parcheggio, senza addentrarsi nel fondovalle, imboccando una rada traccia che sale immediatamente sul fianco destro idrografico della valle (segni verdi), in prossimità di una stradina con tornante e di alcuni pilastri in cemento. Dopo un breve pianoro si piega a sinistra e ci si dirige verso l’Alpe Vicima, fino a un bivio marcato da una scritta su un sasso (Romela, voce dialettale per Passo Romilla). A questo punto si devia a destra e si percorre un lungo traverso che aggira un contrafforte (tracce incerte) fino a entrare nel vallone sottostante il Passo Basset o Romilla. Per pietraie e tracce (segni verdi radi) si giunge al passo (q. 2546 m.). Da qui si contorna a destra un contrafforte roccioso, si imbocca il primo canale sassoso segnalato alla base da un ometto, lo si risale uscendone direttamente per facili rocce; indi si prosegue per prati in diagonale fin sotto la cima, che si raggiunge con passi di I e II grado (in buona parte evitabili).

La discesa si può effettuare per il medesimo itinerario oppure in traversata scendendo dal passo Basset per la Val Romilla e raggiungere la Val di Mello.
Recentemente è stato tracciato un sentiero di discesa che dal passo aggira la cresta S del Pizzo Vicima e và a congiungersi con quello che sale al rifugio Ponti all'altezza della seconda piana (ca. q.2100 m.).Molto più panoramico, ma molto meno diretto rispetto a quello di salita.

Milano – Lecco – Colico- Morbegno – Valmasino fino a Filorera; bivio a destra per la valle di Sasso Bisolo e Preda Rossa. La strada è solitamente praticabile ma può presentare, nel tratto
intermedio su sterrato, condizioni variabili a seconda delle precipitazioni e dello stato di manutenzione.

remarks

Dalla cima panorama stupendo su tutta la testata del Masino.

Sensitive areas
There are sensitive areas on this route. Please refer to the map.

gear

Piccozza e ramponi necessari solo in caso di forte innevamento e con neve dura.

external_resources

A.Bonacossa-G.Rossi, Masino Bregaglia Disgrazia Vol II CAI TCI 1975

Associated routes

Associated articles

Associated books

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • en
  • es
  • fr
  • eu
  • ca
  • de