Monte Spluga / Cima del Desenigo : da Poira di Civo per la Val Toate, con discesa in Valle di Spluga su Cevo.

Monte Spluga / Cima del Desenigo : da Poira di Civo per la Val Toate, con discesa in Valle di Spluga su Cevo.

{{detailsCtrl.documentService.document.associations.images[0].locales[0].title}}

Application mobile

View off-line all information from this route on the Camptocamp mobile application.

Associated waypoints

Map

  • Swisstopo - 44 - Passo del Maloja
  • Swisstopo - 278 - Monte Disgrazia

Licence

General

route_types: traverse
activities:
durations: 1 day(s)

quality: medium

Rating

E1
PD+ / S3

heights

elevation min/max : 1050 m / 2845 m

height_diff: +1860 m / -2185 m

orientations

E W S N

description

Salita dalla Val Toate: dal parcheggio di Poira di Civo 1050 m circa presso la chiesa, per stradina fin oltre Careggio, al termine di questa in decisa salita per buon sentiero ad una cappelletta, per il sentiero di sinista salire a Peccio 1613 m;(è possibile prendere anche il sentiero di destra E che indica ugualmente Peccio/Pesch, ma fa fare un giro un po' più lungo) usciti così dal bosco andare in direzione NW alla Baita Culino 1937 m, poi salire tra la quota 2280 m a sinistra e la rocciosa Torre di Bering 2400 m circa a destra, (non nominata sulla cartina), imboccando una evidente valletta che obliquando verso W conduce al Passo del Culino 2630 m.
Innalzarsi ora verso la cresta WSW della vetta, dapprima su terreno poco inclinato, poi si supera una valletta (attenzione!) e attraversando per un ripido pendio verso NNW, si raggiunge la cresta SW, che se è in buone condizioni, si sale con gli sci ai piedi, fino a circa 40 m dalla vetta, da dove per un breve tratto alpinistico di massimo I°, si è in cima (piccolo ometto in sasso).

Discesa in Valle di Spluga : fin poco sotto il Passo del Culino fino a 2600 m circa in comune con la salita, in seguito bisogna risalire per un breve tratto di circa 60 m di dislivello (consigliabile mettere le pelli) per poter poi scendere in Valle di Spluga.
Secendere verso E per alcune vallette ed in seguito a sinistra della quota 2330 m per ampi e bei pendii fino nei perssi della Casera del Desenigo 1895 m scendere su di un dosso fino ad una baita a 1720 m circa dove passa il sentiero estivo.
1° possibilità: se vuole continuare su questo lato boscoso per nulla evidente della valle (scosigliabile), bisogna mettere in conto di doversi destricare dagli infestanti di ontani che si incontrano sul percorso, dove dalla baita di 1720 m bisogna scendere a quella di 1640 m, dove bisogna abbasarsi fino a circa 1600 m, per poi attraversare una valletta verso SE dove scorre un torrente, raggiunto un dosso raggiungere un'ulteriore baita a 1400 m, dove spostandosi verso SE a circa 1370 m i individua un sentiero, che lo si segue fedelmente e con numerosi tornanti permette di raggiungere una recente presa idroelettrica a circa 1100 m , da dove si segue brevemente questa strada fino a quando a circa 1170 m sulla sinistra si trova l'indicazione per Ceresolo), la si segue attraversando un ponte sul Cavrucco, in breve ai rustici mal messi di Ceresolo 1041 m,seguendo il sentiero fino al ponte sul Cavrucco, si raggiunge la centrale idroelettica e Cevo 660 m in Val Masino.
2° possibilita nei pressi della baita di 1720 m bisogna rintracciare il sentiero che permette in direzione NE di attraversare il torrene e salire alla Corte di Cevo1770 m circa, poi per il sentiero n° 22 scendere alla Corte del Dosso 1450 m fino a Ceresolo 1041 m, seguendo il sentiero fino al ponte sul Cavrucco, si raggiunge la centrale idroelettica e Cevo 660 m in Val Masino.

remarks

Questa gita e specialmente se si vuole scendere in Valle di Spluga, che è quella bella e ampia valle che quando si percorre la Valtellina fra Sondrio e Berbenno è sempre ben innevata fino a tarda stagione, è riservata solo a persone motivate visto che la parte bassa dai 1650 m in giù è poco adatta allo sci ed obbliga per un buon tratto portare gli sci in spalla, poi vista l'esposizione della salita a Sud è difficile trovare un innevamento sufficente, che anche nelle migliori condizioni e per un breve periodo ristretto e non tutti gli anni, bisogna mettere in conto di dovere portare gli sci fino almeno a Peccio 1613 m, per 550 m di dislivello, e la discesa in Valle di Spluga se si decide di scendere per il sentiero a sinistra della valle, dove è ripido ed esposto a Sud da circa 1700 m (Corte di Cevo)in giù il più delle volte non c'è più neve.
La salita dalla Val Toate e esposta a Sud, mentre la discesa sulla Valle di Spluga è esposta a ENE.

gear

Picozza e ramponi consigliabili.

external_resources

Guida dei Monti d'Italia Masino Bregaglia Disgrazia volume I pagina n°285 anno 1977.
Dalla cima si può ammirare un magnifico panorama circolare, dalle montagne della Val Masino alle ombrose Alpi Orobie, ai 4000 Vallesani fino all'Adamello, se volete godervi lo spettacolo visto dalla cima cliccate quì: http://www.alpen-panoramen.de/panorama.php?pid=12675

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • de
  • fr
  • eu
  • ca
  • en
  • es