Piz Surparé : da Stalveder per il versante NE
{{ '2018-04-15' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Piz Surparé : da Stalveder per il versante NE
{{ '2018-04-15' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Elevation profile

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: some

condition_rating: average

quality: medium

Download track as

Rating

2.3
PD+

heights

elevation min/max : 1700 m / 3078 m

elevation_access: 1700 m

height_diff: +1378 m / -1378 m

length_total: 12.0 km

Access

access_condition: cleared

lift_status: closed

snow

elevation_up_snow: 1700 m

elevation_down_snow: 1700 m

snow_quantity: excellent

snow_quality: average

avalanche_signs: no

participants

participant_count: 2

Paolo Recalcati, Giuly

route_description

Come da relazione ma senza fare il giro, saliti e scesi da Stalveder per il pendio nordest

weather and conditions


Velato pesante, a tratti anche nuvoloso con rarissime occhiate di sole solo in salita, +4° alla partenza, vento moderato da sud solo al colle


Discreto rigelo fino a 2000m, buono al di sopra, neve portante sulle esposizioni piu' girate a sud fino a 2700m, crosta anche infida sulle altre, Neve farinosa pesante sul pendio finale NE per il colletto a destra della cima. La velatura del cielo non ha permesso un gran remollo se non sotto i 2100m, al di sopra qualche tratto anche ghiacciato sui pendii ripidi sud.

timing

7.40/4h20' in totale

personal comments

Partiti per lo Scalotta confidando nei pendii sulla sinistra orografica in neve portante e magari leggermente remollata dal sole....cielo velato, rigelo anche sufficiente ma remollo zero e visibilita' peggio, verso i 2700 poi la neve non sembrava nemmeno piu' portante per cui abbiamo dirottato sul pendio nordest del Surpare' con solo tre tracce di discesa di ieri sperando nella neve ancora farinosa. Infatti neve farinosa pesante sui pendii piu' girati a nord, croste varie sugli est. Tracciato tutto il ripido pendio in neve faticosissima per i continui sfondamenti irregolari e le tracce di discesa che disturbavano un po' ma, vista la pendenza e la poca visibilita' non ci siamo discostati piu' di tanto. Discesa condizionata dalla visibilita' piatta, neve farinosa nei primi 300m, in seguito cercando il piu' possibile i pendii sul versante sinistro orografico del vallone finale, sarebbe stata anche buona con un po' piu' di luce per cercare i pendii piu' trasformati e remollati, solo un centinaio di metri di crosta infida sopra Stalveder, meglio stare ancora sul lato sinistro scendendo. Sul percorso per lo Scalotta anche il gruppone di Rovagnate del Barba & co.

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • ca
  • de
  • fr
  • en
  • es
  • eu