Testa del Rutor : da Bonne
{{ '2018-04-02' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Testa del Rutor : da Bonne
{{ '2018-04-02' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: quiet

condition_rating: average

quality: medium

Rating

3.3
AD

heights

elevation min/max : 1810 m / 3486 m

height_diff: +1676 m / -1676 m

Access

hut_status: closed_hut

snow

elevation_up_snow: 1800 m

elevation_down_snow: 1800 m

snow_quantity: excellent

snow_quality: average

glacier_rating: easy

avalanche_signs: no

participants

participant_count: 1

Franco Pecchio, Astrid Cotterli

weather and conditions


sereno con velature alte che si sono inspessite nella seconda parte della giornata. vento debole o assente, -4°C a Bonne alle 7.30


tanta neve come non ricordavo da anni. Pendii E in neve farinosa pressata con qualche tratto duro di neve spazzata via. In salita bella, in discesa tutto trasformato in crosticine fastidiose causa il rigelo con l'aumento della copertura nuvolosa

location | altitude | orientations soft snow total snow comment
Bonnes/ 3 cm 120 cm quantità che non vedevo da più di 10 anni

hut_comment

chiuso, locale invernale aperto: ci sono coperte e tre pacchi di fette biscottate, no fornello, no gas, no acqua, no pentole.... no e basta

personal comments

Nessuno in tutto il vallone, con noi solo il rumore lontano degli elicotteri che erano tutti sul Giasson (per fortuna).
Troviamo una vecchia traccia fino al rifugio, un po' da correggere ma facilita la salita, in 2h30' siamo all'ex Scavarda.
da lì è tutta da batere e comincia il circo, prima parte faccio io finche lo zoccolo sotto le pelli ha la meglio (e lasciolina serve per 20m lineari poi svanisce l'effetto), passa in testa Astrid, testarda che batte fino al canale. La quantità di neve negli ultimi 100m aumenta vistosamente, il meteo diventa più grigio e la visibilità peggiora. Anche questa volta torniamo indietro a 80m dalla madonnina, il canale finale presentava quasi 80 cm di neve fresca, credo caduta dalle cornici superiori: tre passi avanti per farne uno indietro.
Discesa: prima metà da dimenticare, seconda meglio con neve sempre più trasformata che migliorava in discesa.
Peccato perché la discesa su Planaval è nelle migliori condizioni degli ultimi anni così come la quantità di neve in tuta la Valgrisa, se non ci fossero gli elicotteri sarebbe anche un bel posto per lo sci alpinismo.

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • fr
  • es
  • eu
  • ca
  • de
  • en