Pointe d'Orny : Per la val d'Arpette ed il couloir N.
{{ '2007-04-21' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Pointe d'Orny : Per la val d'Arpette ed il couloir N.
{{ '2007-04-21' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

quality: medium

Rating

4.2
D

heights

height_diff_up: 1770 m

Access

access_condition: cleared

lift_status: closed

hut_status: open_guarded

snow

elevation_up_snow: 1600 m

elevation_down_snow: 1600 m

glacier_rating: easy

participants

Edoardo Satiro, Marino Schiavon, Laura Spinelli ed Io.

weather and conditions


Tempo bellissimo e caldo.Sole tutto il giorno ed assenza di vento.


Si riesce a partire con gli sci ai piedi (ancora per pochi giorni). Oltre i 2000 m di quota il manto nevoso è ancora cospicuo. Qualità della neve ottima. Nel tratto di canale esposto a NE la neve era sufficientemente rammollita, in quello esposto a nord la neve era più dura e pressata, ma offriva un ottima aderenza alla presa di lamine. Pericolo valanghe debole.

timing

6 ore e 15 min. di sola salita compreso le soste.

personal comments

Gita forse a torto poco frequentata pur offrendo una bellissima discesa; non severissima sotto il profilo tecnico soprattutto se sceglie il momento giusto per coglierla. La cima non si mostra dal versante di salita proposto con forme eleganti, ma dalla vetta si gode però uno splendido panorama sul Plateau de Trient e la corona di montagne che lo serra perimetralmente. Lo sguardo può anche spaziare sulle "quinte" di questo scenario che sono l'Aig. du Chardonnet, D'Argentiere e la Tour Noire fino al più lontano Dolent.
Abbiamo trovato la gita in ottime condizioni di innevamento il che ci ha permesso di godere a pieno la discesa dopo aver pistato interamente la salita ( solo noi sulla montagna ).
L'ottima qualità della neve ci ha permesso di tenere gli sci ai piedi sino a circa 2800 m di quota, poi è diventato più remunerativo caricare i "legni" sullo zaino.
Un plauso a Laura che in questa gita si è superata; dopo una breve quanto giustificata esitazione ha controllato con una serie di belle curve l'emozione di una fantastica discesa di sci ripido.
Approfitto infine per salutare GABRIELE ( ed il suo gruppo ) relatore su ON ICE, che domenica abbiamo incontrato al Velan e con cui aabbiamo condiviso il bel momento della vetta

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • de
  • es
  • en
  • eu
  • ca
  • fr