Hasenflüeli 2412: Traversata St. Antonien-Saas passando per lo Jagglisch Horn m 2290.
{{ '2017-12-03' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Hasenflüeli 2412: Traversata St. Antonien-Saas passando per lo Jagglisch Horn m 2290.
{{ '2017-12-03' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: crowded

condition_rating: average

quality: fine

Rating

2.2
PD

heights

elevation min/max : 1000 m / 2412 m

elevation_access: 1461 m

height_diff: +1250 m / -1700 m

Access

access_condition: cleared

snow

elevation_up_snow: 1461 m

elevation_down_snow: 1250 m

avalanche_signs: no

participants

participant_count: 5

Edoardo Satiro, Marino Schiavon, Marco Busti, Miki, Laura Spinelli

route_description

Dal Parcheggio di St. Antonien località Ruti si entra nella Gafiatal in direzione SE mantenendosi sulla sinistra orografica del torrente, prevalentemente su terreno poco inclinato intervallato da qualche corto strappo; poco dopo Dorfli superato un tratto boschivo si esce su terreno aperto e più sostenuto. A quota 1700 ca. si piega in direzione S-SW sino ad un ampio ripiano alla base dell’Eggberg. Qui si cambia direzione per puntare verso SE lasciando la sommità dell’Haupt alla propria sinistra. I pendii dapprima moderatamente inclinati diventano decisamente sostenuti nell’ultimo tratto sotto la cresta tra il Geisstschuggen e la nostra meta. Due grandi ometti di pietra marcano il passaggio in cresta, si continua costeggiando il versante S dell’Hasenflueli sino ad incrociare un couloir che permette di raggiungerne a piedi la sommità percorrendo nell’ultimo tratto una breve ed affilata crestina.
Dal piede dell’Hasenflueli si scende sciando il pendio esposto a SW verso Ascharinen Alp (m 2000 ca.) giunti al Baitone si ripella per salire il breve e sostenuto pendio N dello Jagglisch Horn lungo il percorso del sentiero estivo (a volte paletti visibili), Giunti al Furggli, m 2255, lungo la cresta est si raggiunge in breve la cima (Jagglisch Horn m 2290) caratterizzata da una bella panchina di legno.
Per raggiungere Saas sia scia il versante S dello Jagglisch, pendii amplissimi caratterizzati da numerose baite. All’inizio puntare verso SE per portarsi alla base della dorsale SW del Nollen(ci sono anche altre possibilità attraverso Oberiberg, ma bisogna fare attenzione alla scelta dei pendii per non incappare nella necessità di dover risalire brevi tratti); da quota 2005 Huschicalanda si scia più direttamente verso Sud incrociando più volte una stradina di servizio estiva. A quota 1564(Ober Planggen) se la neve risultasse insufficiente per il tratto successivo in direzione S-SW si può proseguire anche lungo la stradina che con lunghi traversi raggiunge quota 1200 (Flersch) punto di incontro con l’itinerario più diretto. Ora prima lungo una pista per slittini poi sul tracciato del sentiero estivo si raggiunge la cantonale in località Mulitobel.

weather and conditions


Cielo che si è rasserenato completamente dopo le 9:00; temperatura bassissima -10°C alla partenza ore 9-9:30 a quota 1400. Durante il giorno si è mantenuta rigida la temperatura nei versanti in ombra, mentre risultava decisamente gradevole al sole. Vento assente.(Spluigen -14°C durante il transito all’andata).


Innevamento di buon spessore sui versanti di salita. Sui versante di discesa a Saas innevamento ottimo sino a 1500 m, poi pendii ancora sciabili con qualche acrobazia e pietra fino a 1200 m di quota (sicuramente migliore per questo tratto la scelta della strada, non per la sciata, ma perché quasi interamente innevata con scarse probabilità di toccare sassi) Sotto i 1200 m sci in spalla per carenza di neve. Pericolo di valanghe moderato, evidenti scaricamenti dei giorni scorsi da pendii ripidi esposti ad E-SE. Le creste ed i pendii sotto cresta esposti ad W e a N sono stati interessati dall’azione del vento non recente; l’ultima nevicata non ha subito apparentemente rimaneggiamenti di rilievo.

timing

6 h e 30 m totale(compreso soste). Orari parziali: ore 12:00 cima Hasenflueli ore 13:15 ripellamento quota m 2000; ore 14:00 cima Jagglisch Horn; ore 16:00 Saas.

personal comments

Pensavo di trovare più neve a bassa quota, ma in realtà la situazione attuale, anche se molto buona rispetto alla situazione di quasi tutto l’arco alpino Sud, è deficitaria sotto 1400 m di quota soprattutto alle esposizioni meridionali.
Sono tornato volentieri in quest’angolo delle Alpi come sempre molto battuto dagli sci-alpinisti di lingua tedesca. Questa traversata è molto remunerativa sotto il profilo sciistico, è piacevole e poco faticosa. L’Hasenflueli a dispetto del suo facile tratto alpinistico è molto frequentato, mentre più appartato pare essere lo Jaggilsch Horn su cui oltre noi sono arrivate solo 2 persone direttamente da Saas.
La zona offre numerosissimi itinerari; dalla Gafiatal è anche possibile salire il Madrisahorn, il RatschenHorn o l’Eggberg; non facile risulta però tirare la prima traccia o trovare un po’ di solitudine.
Finalmente dopo molto tempo abbiamo riavuto con noi, almeno per una gita, Marino che nonostante le inevitabili conseguenze prodotte dal rilassamento dovuto ai piaceri della vita extra-montana, ormai preponderante, ha tirato fuori la grinta di sempre.

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • fr
  • es
  • eu
  • ca
  • de
  • en