Senggchuppa : Parete NE
{{ '2017-04-03' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Senggchuppa : Parete NE
{{ '2017-04-03' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: quiet

condition_rating: excellent

quality: fine

Rating

4.2
D-

heights

elevation min/max : 1600 m / 3607 m

snow

snow_quantity: average

snow_quality: excellent

glacier_rating: easy

avalanche_signs: no

participants

participant_count: 1

Save

route_description

Auto a Egga, breve taglio fino ad incontrare la strada per Rossbode, fino all'alpeggio, poi itinerario classico per il De Zen e su dritto in vetta, senza mai togliere gli sci grazie alle ottime condizioni della neve.

weather and conditions


Zero gradi alla partenza, rapido riscaldamento con l'alba. Totale assenza di vento, giornata di gran blu.


Sci ai piedi da subito. Buon rigelo in basso. Ha piovuto o fatto nebbia fino a 2000m circa, creando una crosta non portante faticosissima da spaccare. Più in alto, da 40 a 70cm di fresca sempre più leggera salendo, assolutamente illibata e non toccata dal vento, su fondo variabile. Anche la calotta era bella polverosa sul lato pieno N. I sassi sulle dorsali restano comunque vicini - qualche squalo in agguato.
Ottima stabilità del manto, i versanti ombreggiati ripidissimi hanno già scaricato ieri durante le precipitazioni. La neve è rimasta fredda nelle expo protette fino a tarda ora, discesa fantastica fino a 2000m. Polenta fradicia da Rossbode in giù, ma in ogni caso non ci si può avventurare fuori dalla strada per totale assenza di fondo.

In zona: Nordwand bella bianca e invitante, probabilmente molto molto profonda, ma almeno la traccia fino al De Zen ora c'è. Canali Boshorn non ancora svalangati e belli carichi, credo che questo caldo farà disastri in fretta. Canali in ombra del Bodmerhorn già svalangati. Magic Line invitante anche in alto, ma occhio agli squali.

timing

Egga 5:15
De Zen 9:00
Senggchuppa 12:00

personal comments

Un giaccata titanica, batterla tutta da solo con tutta la neve nuova che c'era è stata una vera sfida psicologica. Da Rossbode in su, sempre dentro fino al ginocchio, a parte qualche breve tratto più veloce (zone erose o svalangate). Arrivato al De Zen con tutta calma, gli ultimi 600m hanno richiesto molta pazienza e tenacia. Meteo perfetto e condizioni neve finalmente eccellenti hanno dato una buona motivazione per stringere i denti e portare gli sci in vetta.
Probabilmente discesa migliore della stagione, specialmente nella fascia 3400-2500, curvoni e barba imbiancata.

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • es
  • ca
  • en
  • de
  • eu
  • fr