Monte Forcellino : da S. Antonio Valfurva
{{ '2017-02-12' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Monte Forcellino : da S. Antonio Valfurva
{{ '2017-02-12' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Elevation profile

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: some

condition_rating: good

quality: fine

Download track as

Rating

PD-

heights

elevation min/max : 1600 m / 2842 m

height_diff: +1240 m / -1240 m

length_total: 13000.0 km

snow

elevation_up_snow: 1600 m

elevation_down_snow: 1600 m

snow_quantity: average

snow_quality: good

participants

participant_count: 2

fedora rota, Riki

route_description

Siamo partiti da Niblogo in quanto l'innevamento a S. Antonio ci sembrava non sufficiente. Ma alcuni ragazzi incontrati in vetta, partiti dal basso, ci hanno detto che si riusciva a salire e scendere anche partendo da S. Antonio, ma la neve era comunque molto poca. Credo che alla fine, pur risparmiando 300m di dislivello, il tempo di salita sia molto simile da entrambe le partenze, in quanto da Niblogo si deve percorre la lunga stradina con molti tratti pianeggianti.

weather and conditions


Sereno con leggerissime velature


Polvere spettacolare dalla cima fino a q. 2350 m. Poi circa 100m di neve crostosa, prima della stradina che si immette nel bosco. Optiamo quindi per il ritorno dalla strada stessa, per lo più pistata anche se con spazzaneve obbligato in diversi tratti.

location | altitude | orientations soft snow total snow comment
Partenza 10 cm Pochi cm alla partenza ma neve durissima, quindi più che sufficiente. Stradina nel bosco: 20-40 cm
Da q. 2300m (uscita dal bosco) 10-30 cm In alcuni punti, soprattutto fino a circa q. 2600m, presenti ca. 50-70 cm ma qualche sasso si tocca per mancanza di fondo. Nei pressi della vetta innevamento leggermente inferiore per l'azione del vento

timing

2h e 255' di salita

personal comments

Viste le previsioni che davano quasi sereno sulle Retiche e visto che il Forcellino è nuovo per entrambi, scegliamo questa meta, anche se bisogna dire che qui l’innevamento è sicuramente più scarso rispetto alle "nostre" Orobie. Ma il sole, i bei panorami e la bella polvere trovata ci hanno ripagato del viaggio.
Nella parte sciistica, cioè dalla cima fino a poco prima della stradina che si immette nel bosco, abbiamo trovato splendida neve farinosa e solo un paio di volte abbiamo toccato sassi. Poi la crosta ci ha fatto optare per il ritorno ancora dalla stradina cmq molto ben innevata, anche se avevamo l'intenzione di provare a scendere direttamente fino a S. Antonio (alcuni ragazzi infatti ci hanno detto che l'innevamento era sufficiente). Ma nel dubbio di trovare neve troppo difficile o poca, abbiamo optato per la stradina cmq veloce e comoda.
Facili ma sciisticamente molto belli i pendii della parte alta, che con la bella neve di oggi ci hanno fatto divertire e gustare i bellissimi panorami.
Avevamo in testa l'idea di scendere dal versante Nord verso la Val Zebrù, ma l’innevamento ci è sembrato non sufficiente e troppo alto il rischio sassi. Nessun rimpianto comunque, vista la polvere anche sulla via normale.

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • de
  • es
  • en
  • eu
  • ca
  • fr