Hanenstock : Traversata Mettmen >> Haslen concatenando Franzenhorn e Schonau.
{{ '2017-01-22' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Hanenstock : Traversata Mettmen >> Haslen concatenando Franzenhorn e Schonau.
{{ '2017-01-22' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: overcrowded

condition_rating: good

quality: fine

Rating

3.2
AD

heights

elevation min/max : 527 m / 2511 m

height_diff: +1054 m / -2114 m

length_total: 19.0 km

Access

lift_status: open

hut_status: open_guarded

snow

snow_quantity: good

snow_quality: excellent

avalanche_signs: no

route_description

Come da relazione

weather and conditions


Grand bleu


Lo spessore della neve nelle zone non rimaneggiate dal vento è buono.
Al piano sui 500m ci sono dai 40 ai 60 cm di neve fredda, polverosa, ben assestata.
Man mano si sale, nelle zone più aperte, la copertura perde talvolta di omogeneità, pur restando sempre buona. Sui 1500-2000 si supera facilmente il metro, Solo sulle dorsali e in prossimità delle creste, occorre prestare ancora attenzione.
Il bollettino di SLF per il giorno della gita dava rischio 3; mi è sembrata una quotazione abbastanza cautelativa, non avendo infatti incontrato tratti di neve particolarmente rimaneggiati dal vento e tanto meno in conche ed avvallamenti non avendo sentito alcun rumore di assestamento.
Se non fosse stato per gli innumerevoli passaggi nel tratto più sciistico del giro (dallo Schonau a Shwanden) potrei a ragion veduta quotare come ottime le condizioni complessive dell'escursione

timing

9.40 - 16.00

access_comment

Strada innevata.
Nessun mezzo pubblico, a differenza di quanto riportato in rete, accede a Kies. E' disponibile un servizio taxi (alla partenza della funivia hanno i biglieitti da visita) sulla cui affidabilità è però bene non fare troppo affidamento.

hut_comment

Aperto con gestore.
L'attuale custode parla un buon inglese e è stata generosa di informazioni nei giorni antecedenti la traversata

personal comments

Nonostante l'essere saliti all'Hanestock pressoché soli e preceduti da una mezza dozzina di sciatori ed aver quindi sciato su pendii pressoché intonsi fino alla vetta dello Schonau, purtroppo non posso dire altrettanto per la discesa da questa cima fino al fondovalle.
Qui di spazi vergini ne restavano pochi: ovvio che c'erano vista l'ampiezza per lunghi tratti della discesa dei pendii, però diciamo che una dozzina di tracce, non sono uguali a una sessantina.
Questo è senz'altro un motivo per ritornare su questo itinerario, magari tralasciando la parte alta del giro e concentrarsi su qualcosa più in basso.
Un ringraziamento - ci tengo a farlo - va all'amico Edoardo che, seppur io immaginassi lontanamente la bellezza delle Alpi Glaronesi, negli anni della nostra amicizia ha saputo trasmettermi e una grande passione e un profondo apprezzamento per questo angolo della catena alpina.

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • de
  • es
  • en
  • eu
  • ca
  • fr