Corno Orientale di Nefelgiù: Versante NE - da La Frua + risalita q. 2502 m
{{ '2016-04-20' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Corno Orientale di Nefelgiù: Versante NE - da La Frua + risalita q. 2502 m
{{ '2016-04-20' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Elevation profile

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: quiet

condition_rating: excellent

quality: medium

Download track as

Rating

2.2
PD

heights

elevation min/max : 1714 m / 2883 m

elevation_access: 1681 m

height_diff: +1400 m / -1400 m

length_total: 13.529 km

Access

access_condition: cleared

snow

elevation_up_snow: 1681 m

elevation_down_snow: 1681 m

avalanche_signs: no

participants

fedora rota, Lidia e Cri (ciaspolata)

route_description

Seguito l'itinerario descritto. In discesa, scendiamo nella conca a sx sotto il traverso, fino a q. 2300 m. Rimesse le pelli, riprendiamo la traccia di salita e saliamo un bel canale esposto a N, che porta alla q. 2502 (come da traccia gpx)

weather and conditions


Meteo spaziale con solo un po' di fredda arietta in alto.


Grazie all'ottimo rigelo e ai 2° alla partenza (ore 8), neve perfettamente trasformata fino a q. 2300 m. Poi breve tratto di neve crostosa lungo il traverso che porta nel vallone finale, dove c'erano 15-20 cm di ottima farina. Ventata ben portante gli ultimi 100 m prima della vetta. In discesa stiamo a sx sui versanti in pieno sud, su neve già trasformata dal sole ma morbida in superficie. Poi polvere nella valletta. Anche dal discesa dalla q. 2502 è in neve farinosa, stupenda. Poi subito firn, senza neppure il passaggio alla crosta... Sciatona su moquette fino alla macchina, su pendii lisci a biliardo e pendenze stupende, senza vegetazione o passaggi obbligati. Neve che ha tenuto benissimo fino alle 13, orario di arrivo alla macchina.

location | altitude | orientations soft snow total snow comment
Partenza 30 cm Innevamento ancora molto buono, si parte e si arriva sci ai piedi dalla macchina
Da q. 2300-2400 m 10-20 cm Neve per lo più farinosa stando soprattutto al centro delle vallette. Altrimenti ventata o crostosa

timing

8-10,15
Più 30' di risalita alla q. 2502

personal comments

Oggi la voglia è di andare un po’ a ovest, in VdA. Ma il pericolo di valanghe dovuto alle recenti nevicate, il vento che ne è seguito e il rialzo termico previsto, mi fanno obbligatoriamente scartare le diverse gite che avevo in mente. Così carte alla mano cerco qualcosa in Val Formazza, ovviamente una cima nuova. La spunta il Corno Orientale di Nefelgiù. Sapevo essere una bella gita, pur dal dislivello contenuto e senza difficoltà. Ma, come le mie compagne, è stata ancora più interessante e piacevole del previsto. Complice sicuramente l'ottima neve, la solitudine e la giornata spaziale... ma è davvero un itinerario sciisticamente splendido e con panorami di prim'ordine su Basodino, Arbola-Sabbione-Blinnenhorn, i lontani Mischabel, Rotondo-Pesciora-Lucendro verso la Val Bedretto... Giusto per approfittare della bella neve, allunghiamo un pochino il dislivello ripellando per 200 m. Ne vale la pena, sia per la sciata che per il fantastico colpo d'occhio sul nostro vallone appena sceso.
Innevamento ottimale in zona; addirittura la pista che da Valdo sale al rif. Margaroli è ancora fattibile sci ai piedi anche in discesa. A Riale si parte e arriva sci ai piedi sia verso Morasco che verso il rif. Maria Luisa. Punta d’Arbola tracciata.

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • de
  • en
  • ca
  • es
  • fr
  • eu