Corn da Camp: per la Val Mera e discesa dallo Scispadus
{{ '2016-03-26' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Corn da Camp: per la Val Mera e discesa dallo Scispadus
{{ '2016-03-26' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: some

condition_rating: good

quality: medium

Rating

3.2
AD

heights

elevation_max: 3232 m

elevation_access: 1622 m

height_diff: +1610 m / -1610 m

Access

access_condition: cleared

hut_status: open_guarded

snow

elevation_up_snow: 1622 m

elevation_down_snow: 1622 m

avalanche_signs: recent_avalanche

participants

candelaio, peppo, pol, dindo

route_description

abbiamo seguito l'itinerario classico, a quota 2358 siamo saliti prima da un canalino sulla dx N, che evita di perdere dislivello per effettuare il semicerchio indicato sulle carte, successivamente abbiamo ripreso l'itinerario descritto nei pressi del lago da Roan. Consiglio, se in condizioni, di proseguire lungo il canale sempre in direzione N, più diretto.

weather and conditions


Tempo velato e ventoso il mattino alle 6.30 a Sfazù, vento in aumento lungo la Val Mera e sulle dorsali.
Verso le 10.30 vento in diminuzione sole, poi caldo.


Neve dalla macchina, solo un togli e metti lungo la strada verso il Rif. Saoseo.
Il vento da moderato a forte e la velatura solare ha mantenuto il manto nevoso molto duro e la nevicata della notte si è accumulata nelle conche a causa dell'azione eolica.
Le dorsali presentano una marcata erosione segno caratteristico di questa staglione.
La cresta è tracciata e innevata.
Il canale dello Scispadus è sufficientemente innevato per essere percorso completamente con gli sci.

timing

6'30 sfazu
11'30 vetta
13'00 rifugio Saoseo

access_comment

pulita

hut_comment

Rifugio molto bello e gestori molto cordiali.
P.S. se qualche anima pia capita in zona avrei da fare ritirare una cosa al rifugio.

personal comments

Bella gita che presenta uno sviluppo piuttosto marcato, mentre salivamo ho pensato più volte che se non fosse spuntato il sole in maniera decisa ci saremmo giocati la discesa dallo Scispadus.
E invece ecco che all'arrivo sul ghiacciaio Vadreit da Camp il vento cessa e splende il sole che fa remollare i pendii a Est.
Giunti al colle di ingresso decidiamo di rimandare alla prossima volta la cima alpinistica per non fare "scappare" la neve.
Il canale è ripido i primi metri ma sempre molto agevole.
Poi firn perfetto sul conoide e sui successivi pendii, molle ben sciabile in basso.
Consigliamo quando si arriva in vista del limite boschivo di eseguire una sorta di giro orario sulla dorsale e ricongiungersi alla traccia di salita nei pressi dell'alpe Camp per evitare di imboscarsi.

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • de
  • es
  • en
  • eu
  • ca
  • fr