Gluurissattel: Per il pendio N e la Gluuristal
{{ '2016-02-21' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Gluurissattel: Per il pendio N e la Gluuristal
{{ '2016-02-21' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: some

condition_rating: poor

quality: medium

Rating

2.1
PD-

heights

elevation_max: 2045 m

elevation_access: 1390 m

height_diff: +655 m / -1155 m

Access

access_condition: cleared

lift_status: open

snow

elevation_up_snow: 890 m

elevation_down_snow: 890 m

avalanche_signs: recent_avalanche

participants

Edoardo Satiro, Giulia, Glenda, Angela.

weather and conditions


Il mattino ancora piuttosto coperto poi progressivi ampi spazi di sereno, alle 14:00 cielo completamente sereno, temperatura gradevole, 12-14°C in valle (Widhaus nel pomeriggio. Nella valle del Reno 17°C alle ore 16:00. Il mattino raffiche di vento da W-SW sopra i 1800 m di quota.


Innevamento ancora sufficiente per arrivare in paese seguendo le piste, purtroppo le piogge iniziate sabato pomeriggio e continuate durante la notte hanno raggiunto il limite tra 1800 e 2000 m di quota rovinando completamente il manto a ciò si è sommato un rialzo esasperato delle temperature che come unico vantaggio ha evitato il formarsi di un micidiale crostone superficiale. Pertanto pur dovendo sciare in maniera guardinga era possibile con giusta tecnica scendere senza eccessivi patemi d’animo. Neve comunque lenta, a tratti collosa in cui potevi sfondare se non avevi un giusto assetto sugli sci.
Accumulo sull’itinerario in prossimità del colle di uno scaricamento, di qualche ora prima, di neve bagnata da un ripido pendio esposto a NW, quota 2000 ca. Sull’itinerario era possibile tracciare in condizioni di buona sicurezza, solo gli ultimi 100 m di dislivello richiedevano maggior attenzione. Pericolo mediamente di grado superiore a quello di sabato, soprattutto nelle prima metà della giornata.

avalanches

Distacco superficiale di accumulo da vento inumidito da pioggia e rialzo temperature, punto del distacco tra 2000 e 2100 su pendio esposto a NW. fronte modesto, corsa breve non oltre 50 m di dislivello.

timing

2 h e 20 minuti da Sellamatt al colle compreso soste. (ore stimate 3,5 da Valle).

personal comments

Si ripete la bellissima esperienza di sabato allo Stockberg, stavolta con un tempo che promette il bello, ma haimè già in serata avevo percepito la forte impennata delle temperature che avrebbero dato un’altra spallata alla qualità della neve già molto compromessa dalle piogge in corso.
Però la mia incapacità di frustrare l’entusiasmo e il desiderio che animavano in quel momento le “mie ragazze” rendendole partecipe di una serie di preoccupazioni sulla qualità della neve, mi fa rinunciare a prendere le solite “decisioni assennate” tipiche del genitore conformista e procedo secondo programma. Unico provvedimento di classica “prevenzione paterna” è il superamento del primo tratto di salita con l’impianto in modo da conservare le loro energie per affrontare le possibili fatiche della discesa per chi ha scarsa confidenza con le nevi tipo polenta.
Anche questa seconda gita, pur venendo meno in qualche tratto la giusta ispirazione per curvare cosa che ha indotto una delle due neofite a brevi e poco eleganti discese a “scaletta” tra qualche imprecazione, è stata un successo, tant’è che in auto mentre tra qualche risata si evocavano i momenti critici della discesa, già mi chiedevano se non valesse la pena di ritirare l’attrezzatura noleggiata per migliorare la confidenza con l’attrezzo per le prossime gite…

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • en
  • es
  • fr
  • eu
  • ca
  • de