Cima di Larsec: dal Passo Principe per il Passo di Antermoia e discesa in Val Duron
{{ '2015-03-01' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Cima di Larsec: dal Passo Principe per il Passo di Antermoia e discesa in Val Duron
{{ '2015-03-01' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Elevation profile

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: quiet

condition_rating: good

quality: medium

Download track as

Rating

3.2
PD-

heights

elevation min/max : 1446 m / 2871 m

elevation_access: 1446 m

height_diff: +450 m / -1500 m

length_total: 12.834 km

Access

hut_status: open_guarded

snow

elevation_up_snow: 1446 m

elevation_down_snow: 1446 m

avalanche_signs: danger_sign

participants

Cristiano Fava, Scuola Righini, Carlo, Francesca, Guido, Tommaso, Giorgio, SA1 classi 6 e 7

route_description

Itinerario svolto come da descrizione.
Dal passo Ciaregole tenuta la sinistra orografica su dosso iniziale e poi ravanata in densa boschina fino alla val Duron.

weather and conditions


Notte e alba con cielo terso poi velocemente si e' passati a nuvoloso e qualche fiocco di neve sulla cima di Larsec.
Decisamente piu' bello durante la discesa fino a ben soleggiato.


Dal Rifugio Passo Principe bel pendio ripido affrontato con tutte le precauzioni del caso visto le condizioni della neve (accumuli).
La cresta della Cima di Larsec era piuttosto dura per il vento soffiato (fermati pochi metri sotto la vetta viste le cornici degli ultimi metri).
Neve soffice un po' varia ma sciabilissima per il resto della discesa.
Accumuli piuttosto pericolosi dal passo Ciaregole.

avalanches

Nessuna valanga spontanea ma molta neve soffiata in prossimita' dei colli e nell'ultimo tratto.

timing

7:50 al rifugio / 14:30 Campitello

hut_comment

Rifugio accogliente in ambiente da favola (torri del Vajolet di fronte).
Bravo il rifugista Sergio, e cena eccezionale.

personal comments

Gita con poco dislivello ma davvero eccezionale, quasi epica: panorami e scorci fantastici, neve polverosa, tratti ripidi, due vette da raggiungere e tre colli da attraversare.
Il primo pendio ci ha costretti a procedere con cautela e distanze di sicurezza che ci hanno fatto perdere un po' di tempo, ma poi la bella neve e il sole hanno rallegrato la giornata.
Purtroppo la discesa nella fitta boschina in val Duron ha un po' provato gli allievi e rimarra' nelle cronache come una delle piu' grandi ravanate della storia Righini,
ma anche questo e' sci alpinismo!
Bravi tutti gli allievi che hanno affrontato un percorso non banale e impegnativo.

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • fr
  • es
  • eu
  • ca
  • de
  • en