Pizzo del Diavolo di Malgina: per il "Canalone" della Malgina
{{ '2014-06-09' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Pizzo del Diavolo di Malgina: per il "Canalone" della Malgina
{{ '2014-06-09' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: quiet

condition_rating: good

quality: medium

Rating

AD

heights

elevation_max: 2926 m

elevation_access: 1000 m

height_diff: +1950 m / -1950 m

Access

lift_status: closed

hut_status: closed_hut

snow

elevation_up_snow: 1000 m

elevation_down_snow: 1000 m

participants

CARLO FEDELE BARRI, + Giorgio, Fabio e Camillo

weather and conditions


Sereno e limpido , leggero vento variabile


Eccezionali meteo, Discrete/Buone/ottime a seconda dei punti di vista neve, ovvero dipende come si è abituati a sciare, per chi ama lo stretto come me dico Ottime, per una sciata elegante e tranquilla dico discrete

location | altitude | orientations soft snow total snow comment
1300-1900 Innevamento continuo con accumuli da valanga da 2 fino a circa 7 metri 0 cm
1900-2700 innevamento continuo ma senza accumuli

personal comments

Visto che in questa stagione , spesso le Alpi Orobie sono a rischio cumuli, abbiamo voluto approfittarne di questo bel tempo estivo per percorrere questo itinerario che considero eccezionale non solo per lo stupendo canale e le cascate che ti accompagnano in ogni momento, ma anche per il fatto di trovare neve continua poco sopra i 1200m in pieno giugno.

Raggiungiamo le Baite di Campo con una piccola Suzuki, il solito problema del divieto su un cartello quasi nascosto dalla vegetazione che in genere disattendono tutti e nemmeno i proprietari delle baite dicono nulla.

Dalle Baite spallaggio per circa 30 minuti, se si parte da Paiosa, inizio del divieto altri 45 circa, dai 1250m circa entriamo nel canale che il mattino male si presenta alla vista dei nostri occhi con neve sporca di terra ed accumuli irregolari grossi come montagne, saliamo abbastanza agevolmente, rampa consigliati ma non indispensabili.
Passata la balza sopra i 1900-2000m circa , tutto diventa invece più omogeneo e regolare. Prima del passo ripieghiamo sul ripido pendio Nord-Est fino al deposito sci a circa 2700m.
Io guardando la lunga cresta ancora da percorrere e le probabili difficoltà tecniche, mi fermo tranquillo percorrendo le roccette fino al Passo della Malgina conservando le gambe per lo stupendo canale, mentre gli altri raggiungono con alcuni passaggi su misto la stupenda cima.
Panorama eccezionale dal Disgrazia fino all'Adamello ed alle Alpi Orobie.

Discesa molto meglio di quello che si era visto in salita, nella parte alta un po' molle, ma approfittando delle ripide spalle, , vedi Video, di grande soddisfazione, mentre quella sotto i 2000m su neve mai affondante e generalmente ben sciabile, salvo qualche detrito e qualche sasso

TENDENZA: Credo ancora per un paio di settimane visto che la neve , è presente ancora in grandi quantità fin dal basso, eventualmente verrà a mancare verso metà canale a circa 1900-2000m all'nizio dell'imbuto, vedi foto ma ben superabile a piedi.
Per il resto , il sole o eventuali deboli piogge dovrebbero migliorarlo ulteriormente, mentre i rovesci temporaleschi peggiorarlo con aumento dei buchi e dei detriti

VIDEO: con 35 secondi di panoramica dal min (0:50 a 1:25)

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • de
  • es
  • fr
  • eu
  • ca
  • en