Punta Gnifetti: per il Ghiacciaio del Lys
{{ '2014-05-17' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Punta Gnifetti: per il Ghiacciaio del Lys
{{ '2014-05-17' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Elevation profile

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: quiet

condition_rating: good

quality: medium

Download track as

Rating

2.2
PD

heights

elevation min/max : 1877 m / 4573 m

elevation_access: 1850 m

height_diff: +2850 m / -150 m

length_total: 36.25 km

Access

access_condition: cleared

lift_status: closed

hut_status: open_non_guarded

snow

elevation_up_snow: 2000 m

elevation_down_snow: 2000 m

glacier_rating: easy

weather and conditions


sabato dapprima soleggiato poi formazione di cumoli e a tratti qualche banco di nebbia durante la salita, specialmente nel tratto sopra il colle del Lys. Il 18-05 invece giornata spettacolare e almeno fino alle 12 sole a palla, poi di nuovo formazione di cumoli e dal rifugio Mantova in giù alternanza di sole e annuvolamenti, ma sempre buona visibilità.


buone condizioni di innevamento e limite inferiore dell'innevamento relativamente bassa. La sciata del 18-05 nella parte alta fino a circa 3700m non è stata il massimo, a causa del forte vento che ha soffiato nei giorni precedenti alla nostra gita, con qualche risacca di neve morbida e tratti con numerosi sastrugi, poi di colpo neve ottima fin quasi in fondo per circa 1700m di dislivello.

location | altitude | orientations soft snow total snow comment
innevamento incomincia poco oltre le baite di Moos 2000m ca, seguendo le piste del Gabiet

timing

Sabato mattina partenza da poco sopra Stafal 1850m circa alle h. 05,10, arrivo sul Ludwigshöhe 4341m alle 14,45 e alla Punta Gnifetti alle h. 18,00, la salita oltre al dislivello sopra indicato fino in cima, lo sviluppo è di circa 15,5km senza l'uso degli impianti, che attualmente sono chiusi fino al 21-06, una bella prova speciale per me fatta così.

hut_comment

Impianti chiusi fino al 21-06 e pure i rifugi sono chiusi fino a quella data, aperti solo i locali invernali

personal comments

Partenza venerdì 16-05 alla volta di Gressoney, dormito in macchina su materasso gonfiabile, Righetti vedendo la foto del materasso gonfiabile sul mio facebook, ha commentato: MINCHIA CHE E' UN CANOTTO!! Vedi foto qui allegata. Ma è servito per farci riposare meglio e affrontare la lunga salita di quasi 3000m di dislivello di sabato 17-05. Una volta suonata la sveglia alle h.4,23, la prima cosa che ho fatto è stato aprire la valvola del CANOTTO e sgonfiarlo. Arrivato a casa Il CANOTTO (sgonfiato) è stato ormeggiato nell'armadio di camera, per il prossimo giro di boa: i "3000" della Valtellina, che attualmente sono a 208 saliti e ne mancano ancora 22/23, per completare anche loro, sempre se ci riuscirò, i 3000 della Valtellina li ha completati tutti Gianluca Moroni nel 08-2011 con me al Corno di Verva 3200m circa.
Con questa ascensione sono riuscito a completare tutti gli 82 "4000" delle Alpi.Lungo la salita alla Punta Gnifetti del 17-05, abbiamo salito come "assaggino" uno dei 4000 che non avevo ancora fatto l'80° Ludwigshöhe 4341m, oramai stanchi, anche a causa del pesante zaino, che di sicuro non ha favorito questa ascesa, perchè in un posto così bello non potevo lasciare giù la reflex e il pesante zoom 70-300 da 750g, troppe montagne spettacolari da immortalare!
Il 18-05 in scioltezza abbiamo salito la Punta Zumstein 4563m, io per la terza volta con gli sci e poi senza perdere tempo ci siamo diretti alla volta del Corno Nero 4321m 81° 4000, con la febbre dell'imminente completamento di tutti i 4000 delle Alpi, ci siamo diretti alla Piramide Vincent 4215m e dopo una breve ripellata ecco che il sogno di 27 anni di ascese ai 4000 delle Alpi si è avverato e con grande soddisfazione che mi riempie il cuore di gioia, dedico questa ultima cima a mia mamma che oggi 18-05 compie 83 anni! Ringrazio tutti i miei compagni di avventura che mi hanno accompagnato e permesso di raggiungere queste fantastiche cime e questo importante traguardo. All'inizio non avrei mai pensato di poterli fare tutti, soprattutto quelli nel gruppo del Monte Bianco.
Ricordo con affetto 2 miei compagni di avventura Tarcisio Mattei (Ciso) e Massimo Comotti(Mamo).

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • eu
  • es
  • fr
  • en
  • de
  • ca