Pizzo Coca: Canalone NW
{{ '2014-04-06' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Pizzo Coca: Canalone NW
{{ '2014-04-06' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Elevation profile

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: quiet

condition_rating: excellent

quality: medium

Download track as

Rating

AD+     II 
4.3
D

heights

elevation min/max : 1071 m / 3060 m

elevation_access: 1041 m

height_diff: +2100 m / -2201 m

length_total: 17.861 km

Access

access_condition: cleared

snow

elevation_up_snow: 1200 m

elevation_down_snow: 1200 m

glacier_rating: easy

participants

Giovanni Rovedatti, Enrico (Beno) Roberto (il Caspocc).

weather and conditions


bel tempo con foschia e calma di vento, abbastanza caldo, ma sopra i 2000m per lo più ottimo rigelo.


Condizioni eccellenti nel canalone NW del Pizzo di Coca, sia per la salita ma specialmente in discesa, con neve morbida, principalmente sul lato sinistro scendendo. La strettoia attualmente è abbastanza larga a causa dell'abbondante innevamento che c'è. Dai 2400m in giù, dapprima neve un po' crostata fino a circa 2100m, in seguito bel remollo con divertente sciata, sotto i 1600m circa neve marcia con attraversamenti di resti di valanghe. Al mattino abbiamo fatto il sentiero a mezzacosta sul lato destro orografico, ma con il buio ci siamo alzati leggermente troppo 20/30 m di dislivello e così abbiamo dovuto perdere una sessantina di metri di dislivello, su terreno non proprio agevole, ma sempre con gli sci ai piedi, un po' di metri di dislivello si devono comunque perdere 20/30m circa per raggiungere il centro della valle. Mentre al ritorno questo traverso non era per niente consigliabile, visto che è ancora presente diversa neve su queste scarpate erbose, così siamo mantenuti sul fondovalle fino a [b]I Forni 1296m [/b], anche qui in qualche breve tratto nei pressi del letto del torrente Armisa, non era sempre agevole. Una volta arrivati nei presso I Forni, siamo saliti per la strada d'accesso per circa 60 m di dislivello, fin dove si giunge di nuovo a collegarsi con la stradina percorsa al mattino.
Comunque se avete già un idea di andare al Pizzo di Coca, affrettatevi, perchè fra 2 giorni magari la bella neve di oggi, sarà già un ricordo!

location | altitude | orientations soft snow total snow comment
oltre i 1500/1600m l'innevamento aumenta notevolmente 150/200 cm almeno
dai 2000m in su è tutto spianato come un biliardo dalla grande quantità di neve presente è tutto spianato come un biliardo dalla grande quantita di neve presente, il bivacco Resnati è completamente sommerso

timing

partenza da Cà Pizzini alle h. 4,40, in cima alle 10,30 e di nuovo alla macchina alle 13,30.

personal comments

Oggi abbiamo tirato di "Coca", anche se però il Pizzo il Coca non era nei progetti odierni, perchè volevamo fare il Pizzo di Scotes. Ma è andata ugualmente bene così e non tutti i mali vengono per nuocere, oggi questa teoria è stata confermata, il Pizzo di Scotes 2978m, sarà preso in esame prossimasmente quando le temperature saranno pèiù favorevoli per questa salita. Perchè vista la qualità della neve già molle al mattino presto, abbiamo deciso come gita di ripiego, se si può considerare di ripiego il Canalone NW del Pizzo di Coca, visto che è più favorevole come esposizione, perchè il sole fa la sua comparsa nel Canalone NW, solo dopo le 11,30/12 all'inizio di aprile, mentre lo Scotes è esposto a E e NE e appena sorge il Sole inizia subito a scaldarla e viste le alte temperature, non ci siamo fidati.
Ma questa cima resterà sempre in programma e vedremo se riusciremo a portarla a casa prima che sia troppo tardi. Vedremo se nei prossimi giorni se le temperature calranno leggermente, così che i ripidi pendii risulteranno più stabili, perchè il clima di questi giorni sembra un poco esagerato.
Comunque il Canalone del Pizzo di Coca è risultato ottimo dal punto di vista sciistico, con neve super da 5 stelle. Anche i compagni di gita quando abbiamo deciso di non salire allo Scotes, ci siamo domandati cosa facciamo? A me a vedere le ottime condizioni nivologiche, non ho fatto fatica a proporre il Pizzo di Coca, nessuno ha detto di no per salire una cima così prestigiosa. Così ne è scaturita una gita di grande soddisfazione. Anche se il Pizzo di Coca l'avevo già salita nell'estate 2010, compiendo la traversata dal bivacco Corti, lungo la cresta W che tocca le cime del Dente di Coca 2924m, Cima di Arigna 2926m e Pizzo di Coca 3050m, per poi rientrare in Valtellina dal Passo di Coca 2645m.
NB: La traccia GPS oggi, mi si è spento in 2 o 3 punti e in qualche tratto può mancare il tracciato, ma in generale o durante la salita o in discesa, dovrebbe essere coperto tutto il percorso.

Relazione di Beno con ulteriori fotografie:
http://lemontagnedivertenti-diario.blogspot.it/2014/04/pizzo-di-coca-m-3050-canalone-no.html

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • es
  • fr
  • ca
  • de
  • en
  • eu