Forcella dei Fulmini di Popera: Dal rif. Lunelli per il Canalone N
{{ '2014-03-30' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Forcella dei Fulmini di Popera: Dal rif. Lunelli per il Canalone N
{{ '2014-03-30' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: quiet

condition_rating: good

quality: medium

Rating

5.1
D+

heights

elevation_max: 2730 m

elevation_access: 1290 m

height_diff: +1440 m / -1440 m

Access

access_condition: cleared

hut_status: closed_hut

snow

elevation_up_snow: 1290 m

elevation_down_snow: 1290 m

weather and conditions


Temperatura ideale ,1° alla partenza ore 7:00, una leggerissima brezza inibiva il surriscaldamento in azione. Cielo sereno, ma foschie in lontananza.


Anche qui neve abbondante, partenza con gli sci dall’auto, di qualità buona nel canale dove si presentava sotto forma di farina pressata con qualche fragile placca da vento sparsa qua e là, polvere invernale nel tratto basale fin dove si innestava nel Vallon Popera. Neve remollata o umida sotto i 1900 m di quota per effetto della temperatura.
Pericolo valanghe da moderato a debole, anche dalle rocce fortemente tappezzate di neve del precedente we si osservavano modesti scaricamenti di dimensioni insignificanti.

timing

4 h e 30’ di sola salita compreso soste.

personal comments

Con l’entusiasmo nello spirito e la stanchezza nelle gambe per la superlativa salita al Peralba di sabato ci spostiamo verso uno dei più affascinanti e severi gruppi delle Dolomiti Orientali: il versante NE di quella cattedrale di roccia caotica, severa, ma architettonicamente ineccepibile che è la catena che corre dalla Cima di Padola fino alla Croda Rossa di Sesto in un susseguirsi di Guglie slanciate come quelle di Stalata o i Fulmini di Popera e di poderosi complessi come la Cima Bagni, il Monte Popera e la Cima Undici.
Anni fa avevo già salito con gli sci il Monte Popera dalla Busa di Dentro, inoltre avevo realizzato un considerevole numero di arrampicate e giri escursionistici, tra cui l’avventurosa salita alla selvaggia Punta dei Tre Scarperi, che mi avevano permesso di osservare da più angolazioni gli itinerari di queste Crode superbe. Molti progetti mi frullavano per la testa, tutti di livello molto alto, ma d’altra parte cosa c’era di facile in zona?Quasi nulla.
Alla fine il Monte Popera dal Canalone Schuster e la Forcella Alta del Popera mi intrigava fortemente anche per la storia che permeava dai suoi anfratti, qui passavano i collegamenti telefonici fra Cima Undici ed il Comando di Vallon Popera durante la Grande Guerra; inoltre mi inquietava ed allo stesso tempo attirava sapere che alla Forcella spesso si forma quella che viene definita la più grossa cornice delle Dolomiti, una gigantesca meringa a volte insormontabile.
Purtroppo però subito in partenza una valutazione superficiale mi fa fare un grossolano errore in cui perdiamo almeno un ora e mezza oltre a 200 m di dislivello suppletivo. Il morale del gruppo ha un momento di calo, cerchiamo di recuperare tempo, ma la neve umida non aiuta, come guidati dal destino ci troviamo a percorrere il suggestivo e poco frequentato canalone che porta alla Forcella dei Fulmini di Popera (che non abbiamo raggiunto per pochi metri) la cui prima discesa documentata è riconducibile al maggio del 1992.
Il progetto Canalone Schuster al Popera dovrà ancora attendere, ma siamo tutti ugualmente soddisfatti di questo week-end e soprattutto di questo incontro che ha costruito le basi per percorrere insieme nuovi e suggestivi angoli delle Alpi con quei piccoli attrezzi che accomunano le nostre passioni: gli “sci”.

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • fr
  • es
  • eu
  • ca
  • de
  • en