Piz Palü: dal Diavolezza con discesa su Morteratsch per il Vadret Pers
{{ '2013-04-25' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Piz Palü: dal Diavolezza con discesa su Morteratsch per il Vadret Pers
{{ '2013-04-25' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: overcrowded

condition_rating: excellent

quality: medium

Rating

PD     II 
3.2
AD

heights

elevation_max: 3905 m

elevation_access: 2750 m

height_diff: +1130 m / -2000 m

Access

hut_status: open_guarded

snow

elevation_up_snow: 2750 m

elevation_down_snow: 2750 m

glacier_rating: easy

participants

Umberto Locatelli, klaus scalet, Riccardo Babuder, Federico Tommasi, Scuola Righini, Antonio (il Re della Curciusa), Pietro, allievi corso SA2 CAI Milano

weather and conditions


Giornata spaziale!


Come già scritto nei diversi report della zona le condizioni sono ottime su quasi tutti gli itinerari. Tuttavia il maltempo in arrivo cambierà le cose. Già venerdì le temperature più alte e lo scarso rigelo della notte tra il 25 e 26 hanno fatto cambiare in peggio le condizioni, almeno sotto i 3000 m (vedi report del Piz Misaun del giorno dopo).
Nulla da segnalare per l'itinerario del Palù, molto tracciato ma con ancora bella neve invernale sopra i 3200.
Tutta la cresta è in ottime condizioni, anche quella per il Centrale, un pò più affilata ma ben pedonata.
Discesa su Vedret Pers in buone condizioni, così come anche l'attraversamento per la Boval.

Oltre allo Zupò, sono tracciati il Bellavista (anche per il canale diretto, senza passare dal Buch). Nessuna traccia sulla discesa dal Palu al Alp Grum anche se sembra in buone condizioni.

timing

9.00 dal ghiacciaio -> 13 sul Palù Centrale

hut_comment

Dormito alla Boval. Buon servizio e gestore informato sulle condizioni dei diversi itinerari, cosa che al giorno d'oggi non è scontata.

personal comments

L'ambiente dei Palù, anche se straffolato, è sempre grandioso. Arrivati alla spalla sembrava di essere arrivati ad una festa di skialp visto l'affollamento. Siamo saliti prima all'orientale quando già molti stavano scendendo e poi al Centrale tutto per noi, regalandoci un po di tranquillità. Ridiscesi alla spalla non c'era più nessuno (in effetti era un po tardino), ma ciò ha permesso una discesa tutta per noi senza il traffico di skialp che alle volte è un pò fastidioso, ma si sà che su certi itinerario e con certe giornate non si può evitare.

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • es
  • fr
  • ca
  • de
  • en
  • eu