Alphubel: Da Saas Fee attraverso la Langfluh
{{ '2012-05-11' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Alphubel: Da Saas Fee attraverso la Langfluh
{{ '2012-05-11' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: quiet

condition_rating: average

partial_trip: yes

quality: medium

Rating

3.1
PD+

heights

elevation_max: 4130 m

elevation_access: 1803 m

height_diff: +2350 m / -2350 m

Access

lift_status: closed

snow

elevation_up_snow: 1803 m

elevation_down_snow: 1803 m

glacier_rating: easy

participants

Fabrizio Righetti, Panzera 'panzer', Carlo e Branislav

weather and conditions


Bella giornata e calda con assenza di vento.


Grazie alla presenza delle piste la neve è presente sin dall'inizio (ancora per poco). purtroppo in molti tratti della parte bassa i gatti hanno rimaneggiato la superficie del manto nevoso che appare molto sconnesso. Dai 2600 m di quota firn sino ad alta quota, molto bello ma che viste le temperature e l'esposizione a NE molla troppo presto. Oltre i 3500 m di quota neve recente inumidita e compattata.

timing

Partiti dal parcheggio alle ore 7
Stazione inferiore del Felskin ore 7 e 20
salita 3 ore e 40'

personal comments

Viste le temperature previste abbiamo puntato in alto, certo l'esposizione a NE non agevola le cose ma l'itinerario e l'ambiente meritano comunque. Nessuno in giro e montagna intonsa, avevano tracciato solo il Feechopf in precedenza.
Sotto un sole cocente che solo l'aria fresca oltre i 3500 m di quota riesce finalmente a mitigare saliamo bene su neve portante. Al plateau a circa 3800 m di quota non saliamo per la via classica (per la cronaca non ci è salito e sceso nessuno) ma ci portiamo verso l'Alphubeljoch e da qui sino al piede del calottone sul suo versante meridionale. Con gli sci giungiamo sino a 4050 m di quota (qualche tratto esposto)e poi a piedi lungo il ripido pendio. A 4130, poco prima di sbucare sul pianoro sommitale mi fermo per la presenza di ghiaccio durissimo che con i soli ramponi in alluminio non sono in grado di scalfire (non ho nemmeno la piccozza), troppo pericoloso proseguire così attrezzato. Dal deposito sci discesa diretta sul ghiacciaio per il ripido pendio e poi bella sciata anche se talvolta faticosa sul ghiacciaio. Bel firn sui dossi sopra la Langfluh che tendeva a mollare e poi giù lungo le piste. Arrivati a fondovalle belli stanchi, in compenso non abbiamo nemmeno avuto bisogno di fare una ripellata :-)
Ho messo il giudizio MEDIO per via delle temperature che imporebbero di scendere alle 10 (impossibile per un itinerario così), in realtà il manto nevoso è perfetto e bello liscio e con temperature adeguate la sciata non potrà che essere OTTIMA

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • de
  • es
  • en
  • eu
  • ca
  • fr