Rosenhorn: Traversata Gaulihutte >> Rosenlauigletscher

{{ '2012-04-30' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Information

General

General

activities

frequentation: some

condition_rating: good

quality: medium

participants

participants

Franco Pecchio, Astrid Cotterli, Federico Tommasi, Francesco Morerio, pietro garattoni, Scuola Righini, Istruttori e Allievi corso SA2 2012 della Scuola Righini

heights

heights

elevation_max: 3689 m

elevation_access: 1300 m

height_diff: +1500 m / -2400 m

Access

Access

access_condition: cleared

hut_status: open_guarded

snow

snow

elevation_up_snow: 1300 m

elevation_down_snow: 1300 m

glacier_rating: easy

Licence

Licence

personal comments

Itinerario percorso il terzo giorno della terza gita del corso SA2 2012 della Scuola Righini.
Dopo una giornata forzata chiusi in rifugio a causa di pioggia e vento, dedicata in egual misura a esercitazioni su recupero da crepaccio e svacco, eravamo tutti belli tonici e gasati per questa gita.
La traversata con salita al Rosenhorn e discesa sul Rosenlauigletscher è grandiosa; bella la salita dal Gauli Huette, con il breve tratto finale di facile cresta fino in vetta, e stupendo il percorso in discesa fra seracchi e crepacci fino a Rosenlaui.
Nel complesso gita di tre giorni bellissima e varia, che ci ha permesso di unire lunghe salite, belle discese e difficoltà alpinistiche. Peccato solo per non aver potuto scalare anche qualcuna delle altre cime che circondano il Gauli Huette a causa del meteo; ecco un buon motivo per tornare in zona!

un po' di foto su Flickr

timing

Partenza alle 615 con gli sci ai piedi dal rifugio; in vetta alle 1030; a Rosenlaui alle 14 (dopo l'esercitazione con ricerca ARVA di gruppo)

weather and conditions


Dopo il meteo infausto del giorno precedente, giornata di bel tempo; vento ancora forte però, che ci ha consigliato di fermarci sull'anticima anzichè arrivare esattamente in vetta.


Ottimo rigelo nella notte precedente.
Come scritto nella relazione della gita effettuata per accedere al Gauli Huette, in questa stagione è caduta davvero tanta neve in zona. Il forte vento degli ultimi giorni fortunatamente non ha fatto grossi danni alla neve, ormai consolidata; gli effetti più visibili erano comunque presenti sulla neve della parte più alta dell'itinerario, dalla sella del WESTL WÄTTERLIMI (3250 m) in su.
Utilizzati i rampanti; intorno ai 3000 m, prima di arrivare al WESTL WÄTTERLIMI, ci siamo legati in cordata.
In discesa neve ventata e sastrugi nel primo tratto, poi buon remollo e bella discesa in buone condizioni; ghiacciaio chiuso.
Ultimi 300 m di discesa da percorrere a piedi su sentiero nel bosco. In questo tratto ci siamo resi conto degli effetti del vento che il giorno precedente era arrivato anche a 210 km/h; parecchi i tronchi e gli alberi divelti.

Associated routes

Associated articles

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

  • es
  • en
  • fr
  • eu
  • ca
  • de

Edit

Add images

Comments