Cima della Bondasca: per il Vadrec da la Bondasca
{{ '2012-04-27' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Cima della Bondasca: per il Vadrec da la Bondasca
{{ '2012-04-27' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: quiet

condition_rating: poor

partial_trip: yes

quality: medium

Rating

3.2
AD

heights

elevation_max: 3050 m

elevation_access: 1150 m

height_diff: +1950 m / -1750 m

Access

hut_status: closed_hut

snow

elevation_up_snow: 1150 m

elevation_down_snow: 1450 m

glacier_rating: easy

participants

Roberto Pozzoli, Paola

weather and conditions


Giornata stupenda, ma troppo caldo. Al Laret abbiamo preso il sole "in costume"...


In discesa, fino a 2300 circa la neve era ancora godibile al di sotto era pesantissima e rallentava la discesa.
La frana ha compromesso solo in parte l'itinerario, soprattutto nella parte bassa della Clavera, dove spiana, per via di massi che ancora non sono stati ben "integrati" nel paesaggio e hanno di fatto copertura nevosa dovuta alle sole nevicate recenti.

Fin dal mattino Badile e Cengalo magnificamente "incrostati" scaricavano piccole colate di neve alle loro pendici, con qualche sasso solo raramente dal Cengalo.

location | altitude | orientations soft snow total snow comment
Parcheggio di Laret 20 cm Di qui si spalla per circa 150m di dislivello per via del sentiero poco innevato.
Clavera della Bondasca 40 cm Una crosta superficiale non portante rende faticoso proseguire, anche per effetto della traccia "itinerante" dovuta ai resti della recente frana del Cengalo
Quota 1967 50 cm 100? cm Almeno 50cm di neve nuova pesante, senza alcun rigelo, che rende molto faticoso proseguire
Vadrec de la Bondasca 70 cm 200? cm Fino a quota 2700 circa neve pesante e sfondosa, poi nelle zone esposte al vento la neve era portante

timing

6.20

access_comment

L'ultima parte della strada era innevata, ci siamo fermati un 500m prima con l'auto.
Pedaggio a Bondo con macchinetta automatica, si paga in euro e in franchi

personal comments

Che dire...da tempo volevo venire in questa valle, speravo di prendere il Jolly in un momento dalle condizioni nevose (sciisticamente parlando) pessime un po' ovunque, che hanno però "rimpinguato" l'innevamento della zona.

Peccato davvero per il caldo "torrido", forse un giorno prima sarebbe bastato per trovare condizioni da urlo (anche se forse c'era qualche pericolo in più).
Alla fine quando sembrava essere finita la tracciatura e la neve finalmente portante l'inesperienza con le pelli mi ha tradito: uno zoccolo enorme mi ha reso praticamente impossibile portare a termine la gita nei tempi corretti per la nostra sicurezza e per una discesa decente..

Panorama davvero stupendo, Badile e Cengalo in veste invernale mentre la prima vera sboccia sotto il bosco di Laret...la frana fortunatamente non ha compromesso irrimediabilmente (a mio parere) l'itinerario. Impressionanti alcuni massi grandi come camion disseminati per la Clavera, alcuni con ancora addosso un misto di sabbia e sassi..

Tornerò l'anno prossimo..

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • en
  • es
  • fr
  • eu
  • ca
  • de