Piz Surgonda: da Sur Gonda per la Fuorcla Alva
{{ '2012-04-28' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Piz Surgonda: da Sur Gonda per la Fuorcla Alva
{{ '2012-04-28' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: overcrowded

condition_rating: good

quality: medium

Rating

2.2
PD

heights

elevation_max: 3196 m

elevation_access: 2200 m

height_diff: +996 m / -996 m

snow

elevation_up_snow: 2200 m

elevation_down_snow: 2200 m

participants

Gianluca Moroni, Valentino Bedognetti, Giuseppe

weather and conditions


Soleggiato, qualche nuvolosità alta a N delle alpi, Vento da S a folate e continuo in vetta


Partiamo dal tornante subito sotto il passo del Guglia, fuori dalla macchina le impressioni non sono buone, fa caldo e nel manto a bordo strada si sfonda già, salendo invece subito dopo si incontra un buon rigelo che perdura fino alla Fuorcla Alva più su la traccia e buona ma i pendii a sud si notano gia molli mentre quelli a W del Surgonda presentano sastrugi di piccola entità.
In discesa invece le condizioni erano migliori di quelle aspettate, sotto la cima, scendendo un bel pendione sui piccoli sastrugi si sciava molto bene e nonostante la neve dura le lamine mordevano che era un piacere, poi avvicinandosi alla Fuorcla Alva si scendono pendii solivii e qui hai me non e neve tanto bella da sciare si sfonda e a volte la pappa imprigiona gli sci o li fa rallentare. invece dalla Fuorcla in giu neve molto bella si scia sopra la crosta a volte con un bel remollino, ma solo tenendo le giuste esposizioni W, ciò fino in fondo aagli ultimi pendii, gli utimi dossarotti vicino alla strada ormai quello che era era neve pesante e lenta, globalmente è stata una bella sciata!

vorrei aggiungere un punto sulle pericolose condizioni (viste a distanza) presenti sulla catena principale delle alpi:
Grossi lastroni di considerevole spessore (piu di 1,5m) e di grosse dimensioni si sono staccati in fondo alla Val Fex e lungo la Val Fedoz come per la N della Margna dove ho visto pure delle traccie che si addentravano nella conca principile senza piu ricomparire, credo e spero per "loro" che si siano resi conto della pericolosità e abbiano girato gli sci, in più oggi pomeriggio sono stato a Montespluga e pure qui la situazione sulle esposizioni NE-NW sono medesime un grosso lastrone partito sotto la cima del Monte Cardine 2467m e giunto fino a 50m di dislivello dal fondovalle della Val Loga a circa 2000m e dire che proprio li i pendii sono dolci!!! sicuramente ora il grosso e venuto giù ma nei giorni prossimi arriverà ancora neve e il pericolo se farà ancora quel vento forte da S di certo non scenderà! aspetteremo momenti migliori per gite più remunerative senza nulla togliere a quella odierna!

location | altitude | orientations soft snow total snow comment
passo del Guglia 2200m 40-50 cm il buon rigelo comincia una cinquantina di metri piu su
sotto la Fuorcla Alva 2680m 200 cm sondati

timing

2:20 sola Salita
11:30 di ritorno alla macchina

personal comments

dopo vari consulti la sera prima non si riusciva a trovare nessuno per fare una gita assieme oggi, cosi cominciavo a vagliare questa gita che calzava a pennello con le condizioni attuali, visto anche che il Lagrev oltr ad averlo già fatto oggi temevo che ci sarebbe stato il granpremio oggi, ma in extremis mi telefona Gianluca riesce ad esserci e guardacaso aveva pensato la stessa gita! Bene! mentre salivamo al Guglia una cosa sbalorditiva colpisce i miei occhi! nei posteggi del Lagrev pare esserci un raduno automobilistico misto al mercatino dell'usato di scialpinismo con tutti i legni in esposizione.
Giunti al nostro posteggio e sbirciando in giro sembra che sul nostro itinerario non ci sia un tale affollamento, anzi sembrano poche le anime presenti.
salendo invece incominciamo a incrociare gente che già scende (eran circa le 8). oltre a queste si vedono anche molti altri che salgono, alla Fuorcla ormai si capisce che c'è un buon affollamento pure qui! mentre saliamo sotto la cima grupponi di skialper si danno il cambio su e giù per il Surgonda e quando arriviamo a noi riusciamo magicamente ad ottenere una finestra di 5 minuti dove io e il Morons ci siam goduti la vetta in solitarietà. subito dopo: LA FIERA, non li abbiam contati ma siamo giunti alla conclusione che una centina di persone oggi sono state sul Piz Surgonda! il Vento che pur non freddo ma fastidioso ci spinge ad appollaiarci poco sotto a N della vetta così che chi arrivava vedeva 2 teste spuntare dalla neve (Ah Ah Ah), e da li ci siam visti una trentina di pit stop cambio pelli e rifornimento, finche giunto Giuseppe e scambiato 4 chiacchere ci avviamo in discesa pure noi. una discesa inaspettatamente bella che incorniacia una gran bella gita nonostante la sua classicità la sua brevità e il suo affollamento.

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • en
  • es
  • fr
  • eu
  • ca
  • de