Piz Zuort: per la Val Zuort
{{ '2012-04-21' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Piz Zuort: per la Val Zuort
{{ '2012-04-21' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: quiet

condition_rating: excellent

quality: medium

Rating

4.1
AD+

heights

elevation_max: 3118 m

elevation_access: 1437 m

height_diff: +1682 m / -1682 m

snow

elevation_up_snow: 1437 m

elevation_down_snow: 1437 m

glacier_rating: easy

participants

Edoardo Satiro, Marino Schiavon, Laura Spinelli, Toni Fumagalli

weather and conditions


Bello, vento debole a tratti, ma più consistente in quota oltre i 3000 m; passaggio di cumoli dalla tarda mattinata, più intensi tra le 13:30 e le 17.


Le recenti nevicate hanno apportato un contributo consistente a partire da circa 2100 m di quota con uno spessore medio di circa 15 cm per aumentare tra 30 e 40 cm oltre i 2500 m. Qualità eccezionale, polverosa sui pendii esposti da NW a NE sino a ca. 2000 m di altitudine, più in basso neve trasformata con tratti di ottimo firn che non ha ceduto nemmeno nel tardo pomeriggio. Partiti praticamente dall’auto con gli sci (m 1450) ai piedi. Pericolo valanghe moderato, anche se la neve recente non ha un grado di coesione elevato e buona parte dello spessore sondabile non pareva avere una stratigrafia omogenea e compatta come nella Svizzera Centrale. Molti innocui scaricamenti dai pendii ripidi rocciosi esposti al sole.

timing

5 ore e 30 min., compreso soste, per la sola salita.

personal comments

Le recenti abbondanti nevicate e la meteo sfavorevole su tutto l’arco Alpino ci hanno di fatto indirizzato nella Bassa Engadina, che visitiamo poco. La sorpresa è stata grande nel riscoprire quanto è bella quest’area. Il vallone di Zuort è un piccolo gioiello protetto da cime severe che mostrano, a dispetto della loro non elevatissima quota, un’ eleganza ed un’ imponenza notevoli. Tra tutte svetta il Pisoc, che offre un itinerario notevole pur previlegiando l’aspetto alpinistico e che non mancheremo di visitare in una prossima occasione. Il Piz Zuort offre invece una discesa fantastica, molto sostenuta che noi abbiamo trovato in condizioni eccezionali con una “polvere” da serie A fin a 2200 m d’altitudine. Sul percorso solo 2 persone oltre noi di cui uno ha rinunciato allo Zuort a circa 2500 m di quota e l’altro, ALEX DIRIGO arrivato in giornata dalla Germania, ha invece fatto in solitaria il Piz Pisoc (leggere la sua relazione su skitouren), approfitto di questo spazio per salutarlo cordialmente. Quindi abbiamo battuto faticosamente gli ultimi 600 m; purtroppo valutando rischioso il traverso da effettuare a 3000 m per raggiungere il canalino che portava alla selletta della cresta finale, abbiamo tirato dritti per la cresta (tratto sciistico valutabile 4.1) infognandoci in uscita su un tratto di misto ostico che a circa 3080 m di quota ci ha impedito di toccare concretamente la vetta.

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • de
  • es
  • en
  • eu
  • ca
  • fr