Brunnistock: Da St. Jakob (Grosstal)
{{ '2012-03-25' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Brunnistock: Da St. Jakob (Grosstal)
{{ '2012-03-25' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Elevation profile

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: crowded

condition_rating: good

quality: medium

Download track as

Rating

3.1
PD+

heights

elevation min/max : 986 m / 2951 m

elevation_access: 1002 m

height_diff: +1970 m / -1970 m

length_total: 18.792 km

Access

access_condition: cleared

hut_status: closed_hut

snow

elevation_up_snow: 1002 m

elevation_down_snow: 1002 m

glacier_rating: easy

participants

surlyswiss

weather and conditions


Bello, solo qualche nuvola bassa che si aggirava sull'Uri-Rotstock che si è dissolta verso le 11.00.


Le condiziono sono buone. L'innevamento alla partenza, nonostante il caldo (5° alle 7.00h) è ancora buono.
Sul ghiacciao neve polverosa, una trentina di cm tutti, ben sciabile. Solo in alcuni punti sotto la pala sommitale vi era una leggerissima crosta, che bastava evitare scegliendo i pendii esposti a nord. Ampie possibilità di sciare nell'intonso.
Subito sotto il Bluemelisalpfirn abbiamo trovato neve polverosa in salita, diciamo a un centinaio di metri sopra la valanga, della quale tuttavia ha approfittati che chi ha sciato gli itinerari nei giorni successivi all'ultima nevicata di martedì. I numerosi i passaggi dei giorni scorsi, ci hanno infatti propendere per non seguire l'itinerario di discesa, bensi, subito dopo il pendio ripido di accesso alla Bluemelisalpfirn, aggirare il risalto di roccia in direzione ovest, senza quindi sciare nel terazzo di accesso alla base dell'Uri-Rotstock (guardando la traccia del GPS, quello seguito in discesa è il percorso di dx). I pendii sono abbastanza sostenuti e tutti esposti per lo più a ovest, il che ci ha consentito di sciare su un buon firn, intonso eccezione fatta per le traccie di due local che ci hanno preceduto (e dato il là). Passata una malga, ci si ricongiunge all'itinerario di salita poco sotto la valanga, passando sostanzialmente sotto il primo risalto roccioso che si vede in salita, caratterizzato da alcuni pini "pensili" e una serie di cascate di ghiaccio.
La stradina è ancora perfettamente innevata: abbastanza lenta, ma sciabile. Le ultime curve sul pendio di dx in prossimità del parcheggio

timing

7.00; cinque ore e qualcosa per la vetta.

personal comments

Bellissima gita; grande ambiente.

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • de
  • es
  • en
  • eu
  • ca
  • fr