Punta Bocon Damon (o Giasset): da Champorcher
{{ '2012-02-26' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Punta Bocon Damon (o Giasset): da Champorcher
{{ '2012-02-26' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Elevation profile

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: quiet

condition_rating: average

quality: medium

Download track as

Rating

PD-

heights

elevation min/max : 1443 m / 2792 m

elevation_access: 1450 m

height_diff: +1800 m / -1800 m

length_total: 20.737 km

Access

access_condition: cleared

snow

elevation_up_snow: 1450 m

elevation_down_snow: 1450 m

participants

Paolo Recalcati, Giuly, Giovanni (El Tano)

weather and conditions


Sereno, +6° alla partenza, vento moderato da nord, a tratti forte.


Poca neve alla partenza (pista di rientro dal Laris chiusa). Da Dondena neve continua per la gita ma con molti tratti scoperti e neve solo nelle conche per i primi 200m. Neve in generale ventata e dura, poco firn e molto irregolare, abbastanza sfondoso sui versanti sud est alle 11.30. dove ha battuto il vento la neve e' a tratti erosa fino al suolo (soprattutto esposizioni nord e est). Direi che senza una significativa nevicata o una bella scaldata (ma a basse quote la neve andra' via) la zona non e' consigliabile. Piste di discesa a tratti dure e ghiacciate dove esposte al vento, quella di rientro chiusa ma scendibile con neve dura (poca neve e tratti scoperti).

location | altitude | orientations soft snow total snow comment
1450m 0 cm 20 cm neve praticamente assente sui versanti sud fino a quasi 2000m
2000m 0 cm 50 cm sui versanti soleggiati presente solo nelle conche, un po' meglio sui nord e est ma lavoratissima dal vento
2500m 0 cm 100 cm innevamento piu' continuo ma sempre abbastanza scarso soprattutto sui versanti sud e su quelli spazzati dal vento

timing

8.30/5h30' totali

personal comments

A dir la verita' puntavamo al Mont Glacier, ma un po' per lo sviluppo esagerato un po' per le condizioni della neve abbastanza incerte tra il troppo dura e il troppo molle, abbiamo girato alla prima a destra che presentava pendii piu' blandi, e a posteriori mi sa che e' stato meglio cosi', visto che si passava dal cemento allo sfondamento in brevi spazi, sopra i 2500m era' pero' tutta durissima..Saliti prima alla cima e poi risaliti agli impianti di Cimetta Rossa per poi scendere dalle piste vista la poca sciabilita' dell' itinerario di salita fino a Dondena.
Il giro non e' neanche male, ma le condizioni della neve sono da medie a pessime anche se in qualche tratto (direi il 70% della discesa) non si sciava male o su neve dura o su lastroni da vento leggermente remollati dal sole che a fatica riusciva ad agire a causa del vento costante anche se non freddo e non fastidioso. Piste in condizioni deprimenti : tratti durissimi, ghiaccio affiorante, qualche pezzo con paltone al riparo dal vento, e la pista di rientro (chiusa) con poca neve e tante pedonate anche se ben sciabile con la neve di oggi. Unica cosa confortante (in tutta la VDA penso) e' il pericolo valanghe basso grazie al caldo torrido di ieri e all' abbassamento delle temperature con vento in quota che ha cementato l' impossibile almeno sopra i 2000m.

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • fr
  • es
  • eu
  • ca
  • de
  • en