Mieschflue: da Blankenburg per Vehsattel e lo Houweggli-Sattel
{{ '2012-02-05' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Mieschflue: da Blankenburg per Vehsattel e lo Houweggli-Sattel
{{ '2012-02-05' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: quiet

condition_rating: excellent

quality: medium

Rating

2.1
PD-

heights

elevation_max: 2155 m

elevation_access: 957 m

height_diff: +1200 m / -1200 m

Access

access_condition: cleared

snow

elevation_up_snow: 957 m

elevation_down_snow: 957 m

participants

Edoardo Satiro, Marino Schiavon, Laura Spinelli, Tony Fumagalli

weather and conditions


tempo bello con sole tutto il giorno e assenza di vento; -22°C ( ore 9:30) a quota 950 m.


Innevamento discreto già a Blankburg(partenza sci ai piedi), abbondante a partire da 1200 m di altitudine. Qualità ottima su tutto il percorso, polvere con spessore di oltre 30 cm su fondo compatto. Pericolo valanghe a lastroni relativamente modesto.

timing

partenza ore 10. 4 ore, compreso soste, per la sola salita.

access_comment

da Milano autostrada per Domodossola, passo Sempione, Briga. Direzione Sion a Steg prendere per Goppenstein dove parte il servizio treni navetta per Kandersteg(Tunnel del Lotschberg).Si percorre tutta la Kandertal e la Frutigtal sino a Spiez. Prima di raggiungere la città seguire le indicazioni autostradali per Berna, dopo pochi Km uscire per Zweisimmen, che si raggiunge percorrendo la Simmental. Da qui seguire il ramo di Lenk fino a Blankenburg.

personal comments

Dopo le condizioni trovate sabato abbiamo dovuto cambiare strategia pensando a qualcosa di più basso di quota con un percorso dall’orografia più riparata evitando pendii troppo ripidi e aperti. Pensavamo al Brunnihore in splendida traversata o il Vorderi Spillgerte, due itinerari piuttosto sportivi o il panoramico e più tranquillo Mieschflue. La partenza comune dei tre itinerari ci avrebbe permesso di decidere strada facendo in funzioni di condizioni e clima. Tra vallette incantate ed angoli da cartolina ci siamo trovati sotto l’inquietante versante W del Brunnihore. Piuttosto incerti sull’esatto percorso per la cima incominciamo a tracciare la ripida pala verso la cresta NW in parte costituita da torri rocciose. Su un pendio di circa 45° prossimo all’uscita decido di fermarmi per la presenza di una serie di profonde spaccature fino al terreno, piuttosto ravvicinate fra loro, coperte da una sottile placca creata dall’azione del vento. Il destino ha deciso per noi, interpretando la situazione con un po’ di filosofia tagliamo verso S per raggiungere il non lontano Mieschflue dove ci aspettavano con la pazienza di sempre Laura e Tony.

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • en
  • es
  • fr
  • eu
  • ca
  • de