Albrunhorn (Monte Figascian): Versante SE
{{ '2012-02-05' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Albrunhorn (Monte Figascian): Versante SE
{{ '2012-02-05' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: quiet

condition_rating: average

quality: medium

Rating

4.2
D-

heights

elevation_max: 2885 m

elevation_access: 1631 m

height_diff: +1300 m / -1300 m

Access

access_condition: snowy

snow

elevation_up_snow: 1631 m

elevation_down_snow: 1631 m

participants

Marco Maffeis, Marco Brichetto, massimoforni, Simone Travaglini, Con Gianca, Alfredo, Francesco, Maurizio, Mirko, Adriano, Claudio, Andrea, …(in tutto in 14).

weather and conditions


Meteo splendido, ma temperature estremamente basse: in fondo alla piana del Devero, il termometro fissato sullo spallaccio dello zaino è arrivato a –20°C prima di andare in tilt; al ritorno verso le 15.30, con la piana ancora al sole restava un bel –13°C. L’aria molto secca rendeva però decisamente sopportabili le condizioni ambientali, risultate poi quasi gradevoli sui pendii soleggiati della parte alta, grazie anche alla assenza di vento.


Innevamento ottimo (oltre 1 metro sulla piana del Devero), ma le zone sommitali delle montagne e le creste più esposte risultano in parte erose dalla notevole azione eolica pregressa.
Condizioni piuttosto delicate a causa di accumuli da vento localizzati in particolare nelle conche con esposizione E e SE, di modeste dimensioni ma molto instabili (qualche distacco già esistente e uno provocato da noi in discesa).
Qualità della neve purtroppo estremamente variabile, con qualche breve zona di polvere ma in prevalenza grandi distese di sastrugi e crosta da vento molto impegnativa da sciare.
Andata-ritorno a piedi sulla ripida pala finale della vetta, certamente sciabile (e splendida) ma con troppi dubbi sulla stabilità del pendio.
Canale S invece al momento non sciabile dalla vetta: troppe rocce affioranti, si calzano circa 50 metri più in basso.

timing

8.15 dall'auto / 7.30 ore complessive

access_comment

Nessun problema particolare.

personal comments

Per variare un po' la giornata ed esplorare al meglio questa zona scarsamente frequentata, siamo saliti imboccando la Valdeserta e seguendone il fondo fin verso 2100 m, poi vista la partecipazione numerosa (uscita di aggiornamento della Scuola di Scialpinismo Moriggia-Combi&Lanza), nella parte alta ci siamo divisi in due gruppi.
Uno è passato dalla spalla a S del Pizzo Ton, in prossimità della quota 2410 CNS, entrando poi in leggera discesa sul versante SE; l'altro ha proseguito sul lato Valdeserta fino all'intaglio a N del Pizzo Ton (con breve digressione sulle roccette della vetta), per poi entrare a sua volta sul versante SE per il ricongiungimento.
In discesa invece abbiamo optato per la più logica e diretta discesa integrale del versante SE: percorso magnifico e del tutto sconosciuto, una picchiata di 1000 m esatti dalla vetta al lago.
Giornata che non ricorderemo certo per il piacere della sciata, ma per i luoghi attraversati: così lontani, selvaggi e in questo momento resi ancor più rudi da un inverno che, dopo un timido avvio, sta (finalmente) dando il meglio di sé.

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • en
  • es
  • fr
  • eu
  • ca
  • de