Monte Pagano: da Monno per le baite di Cantia e Marina.
{{ '2012-02-05' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Monte Pagano: da Monno per le baite di Cantia e Marina.
{{ '2012-02-05' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: quiet

condition_rating: average

quality: medium

Rating

PD

heights

elevation_max: 2348 m

elevation_access: 1150 m

height_diff: +1200 m / -1200 m

Access

access_condition: cleared

snow

elevation_up_snow: 1240 m

elevation_down_snow: 1240 m

participants

pietro garattoni, Giovanni, Matteo e simpatica cagnolina

weather and conditions


Sole alla partenza, poi nuvole e un po' di neve fino in vetta, quindi di nuovo sole.
Freddo (-12° alla partenza da Monno).


Bella sciata su polvere nel bosco, da quota 2076 m al ponticello a 1633 m.
Condizioni insciabili nella parte più alta; troppo poca neve per sciare su una pietraia.
Nella parte più alta, sui pendii esposti a sud, neve dura e compatta sotto a un primo strato soffice.
Traccia fino a poco dopo la baita di Cantia Alta, poi abbiamo dovuto battere noi in mezzo metro di neve fresca.
Non abbiamo notato la presenza di valanghe spontanee nè provocate.

location | altitude | orientations soft snow total snow comment
Monno - 1150 m 5-10 cm Troppo poca neve per poter partire subito con gli sci ai piedi
Prato de Lares - 1302 m 10 - 15 cm Qui si devono togliere gli sci in discesa
Ponticello - 1633 m 30 cm
Baita Cantia Alta - 1800 m circa 40 cm Neve polverosa
Bosco di larici fino alla quota 2076 m 50 cm Neve polverosa, spesso su cespugli
Tratto fuori dal bosco fino in vetta 30-40 cm Strato di neve polverosa ma niente fondo; sotto c'è una pietraia, attenti agli sci!

timing

Partenza alle 10 da Monno (parcheggio sopra al campo di calcio); in vetta alle 1420, ritorno alla macchina alle 1620

personal comments

Bella gita e divertente sciata nel bosco; troppo poca neve invece per riuscire a sciare nella parte più alta dell'itinerario, tra rocce e sassi affioranti.
Alla partenza simpatico incontro con una piccola e iperattiva cagnetta che ci ha accompagnato per tutta la gita; verso quota 2000 m era ormai sfinita e stremata dal freddo; onore al buon Giovanni che se l'è caricata sulle spalle e al buon Matteo che l'ha rifocillata con barretta energetica e pane alle castagne.

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • en
  • es
  • fr
  • eu
  • ca
  • de