Cima di Piancabella: Per la cresta S passando dall’alpe di Prou.
{{ '2010-12-04' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Cima di Piancabella: Per la cresta S passando dall’alpe di Prou.
{{ '2010-12-04' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: quiet

condition_rating: excellent

partial_trip: yes

quality: medium

Rating

3.3
AD-

heights

elevation_max: 2671 m

elevation_access: 1410 m

height_diff: +1260 m / -1260 m

Access

lift_status: open

hut_status: open_non_guarded

snow

elevation_up_snow: 1410 m

elevation_down_snow: 1410 m

participants

Edoardo Satiro, Marino Schiavon, Luigi Boretti, Laura Spinelli, Bocia.

weather and conditions


Bellissimo, temperatura -11C° a Dagro ore 9. Al sole si stava bene, assenza di vento e visibilità perfetta.


Ottimo innevamento, 40 cm a Dagro, poi progressivo e rapido aumento salendo di quota, oltre 120 cm a Prou . Qualità polverosa su tutti i 1100 m di dislivello sciati. Fondo assente, toccato sassi nel tratto boscoso.
Pericolo valanghe su questo versante esposto a S, per lo meno lungo l’itinerario di salita, moderato/debole. Qualche piccola placca visibile sui pendii concavi e scaricamenti superficiali poco significativi nei canali più ripidi.

timing

Partiti ore 9 e 30; tempo 4 ore e 30 minuti di sola salita compreso soste.

personal comments

Avevo salito la Piancabella forse più di 20 anni fa da Cusiè, mi era piaciuta,ma con gli occhi di oggi non sarei concorde con il giudizio di allora per lo meno se dovessi ripartire dalla diga di Malvaglia.Tra l’altro oggi con la strada che porta alla diga chiusa in inverno non sarebbe più possibile percorrere in salita (in giornata)questo itinerario.L’ambiente però è rimasto selvaggio e bello come allora. La traversata S-N sicuramente rende questa gita bellissima sotto il profilo ambientale, tecnico e dell’impegno e la consiglio a sci-alpinisti esigenti ed allenati. Purtroppo causa innevamento e partenza un po’ tarda (abbiamo dovuto pistare tutto poiché completamente soli sul percorso) non siamo riusciti a compiere la traversata; alle 14 invece di essere in vetta da almeno mezz’ora ci mancavano ancora 200 m non troppo “scorrevoli” e conoscendo la lunghezza della discesa il buon senso ci ha consigliato di ritornare. Grazie alle condizioni la sciata non ci ha deluso anche sul versante di salita.
Dal mio punto di vista consiglio questa traversata nelle condizioni simili a quelle da noi trovate, ritengo sia meno interessante con condizioni più primaverili.

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • en
  • es
  • fr
  • eu
  • ca
  • de