Cima di Piazzi: per la paretina NE
{{ '2010-05-23' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Cima di Piazzi: per la paretina NE
{{ '2010-05-23' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Elevation profile

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: some

condition_rating: good

quality: medium

Download track as

Rating

4.2
D-

heights

elevation min/max : 1961 m / 3446 m

elevation_access: 1523 m

height_diff: +1550 m / -1550 m

length_total: 11.222 km

Access

access_condition: cleared

snow

elevation_up_snow: 1523 m

elevation_down_snow: 1523 m

glacier_rating: easy

weather and conditions


splendido, abbastanza caldo


nel complesso buone condizioni:
parte bassa firn liscio e portante, nella parte mediana neve trasformata ben sciabile (4-5 cm di remollo), nella parte superiore: neve farinosa in via di trasformazione fino a 3000 e crosta sciabile da 3000 a 2800 (traverso per prendere la via di salita). Non ci siamo fidati a scendere direttamente il primo tratto della N causa evidenti lastroni che abbiamo verificato durante la salita sci ai piedi.

timing

6,20 partenza, 10.30 vetta, 12,00 tolti gli sci

access_comment

sgombra fino a 1950, meglio 4x4 ma non necessario, le curve ed i tratti ripidi sono su cemento. Per Cardoné dei cumuli di neve ostruiscono il passaggio dopo alcune centinaia di metri dopo il bivio della chiesetta.

personal comments

Avevo letto una relazione di Giò Rovedatti e mi era piaciuta la cima con bei pendii esposti a N sempre sostenuti. Quale migliore occasino come questa domenica approfittando dell'ospitalità di Fabio e di Matteo che aveva verificato la percorribilità della strada fino a 15' prima delle baite Borron! Salita express; per alcuni tutta a piedi, per altri con gli sci su pendii al limite, per fortuna c'era un ottima traccia fatta da un gruppetto di eccezione (Trabucchi, Greco, Pedranzini ed altri amici), ovviamente presto scomparso alla nostra vista. Discesa buoa a parte 200m di crosta ma con bella neve ancora fresca e intonsa nella parte alta e firn negli ultimi 500m. Unico neo la valanga che non permette continuità nella sciata nella prima parte, occorre rimanere tutti a destra scendendo e con un po' di derapage si risolve, in salita meglio togliere gli sci per circa 200-300m (ma c'è chi non li ha più rimessi affrontando la N sul pendio di sinistra verso il Monte Rinalpi).
A Bormio ottima birra e panino al bar di fronte al ciuk dove abbiamo radunato amici che erano stati all'invernale della Branca (Cadini e Palon de la Mare per loro) e Giovanni di rientro dal Sasso di Conca.
Una bella domenica a parte il solito rientro da incubo sulla valtellina e nelle gallerie di Lecco ed ai semafori di Monza...

Foto di Matteo su Flickr

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • eu
  • de
  • fr
  • en
  • ca
  • es