Punta Baldassarre dalla Valle Stretta
{{ '2008-05-03' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Punta Baldassarre dalla Valle Stretta
{{ '2008-05-03' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: overcrowded

condition_rating: good

quality: medium

Rating

3.2
AD-

heights

elevation_access: 1700 m

height_diff: +1453 m / -1453 m

Access

access_condition: snowy

hut_status: open_guarded

snow

elevation_up_snow: 1700 m

elevation_down_snow: 1700 m

participants

Marco Orsello, Io e Francesca ( reduce dal canalone di Lourousa -chapeau!!!)

weather and conditions


tempo sereno molto ( troppo) caldo


neve trasformata su quasi tutto l'itinerario, tranne circa 200 in basso dove era presente crosta non portante; i pendii esposti a sud ovest presentavano firn perfetto, i pendii finali (sud) in alto avevano neve marcia ma sciabile in rapido deterioramento ( vista la ripidezza del pendio potenzialmente pericolosa per distacchi); in salita , lungo il traverso, abbiamo dovuto attraversare un paio di ghiaioni senza neve
Complessivamente rischio 2 ; le grosse valanghe erano già scese;

location | altitude | orientations soft snow total snow comment
variabile

timing

7 ore A/R

access_comment

Torino- Bardonecchia - Pian del Colle - Strada per la Valle Stretta fin dove percorribile ( oggi fino all'inizio del Piano dei Militi)

hut_comment

aperti sia il rifugio "i Re Magi " che il "III Alpini"

personal comments

Avevamo in programma il Thabor poi abbiamo cambiato idea vedendo l'innevamento abbastanza sicuro;nella parte bassa bisogna azzeccare il pendio che consente di risalire al di sopra della barra rocciosa ; comunque bellissima gita in ambiente dolomitico, penso che quest'anno sia stato percorso pochissimo; abbiamo rinunciato alla cresta finale per l'ora tarda e la stanchezza dovuta ai lunghi spsostamenti ( col senno di poi saremmo dovuti partire alle 5-5.30 dall'auto) e per l'attacco non molto evidente ( in alto sembrano esserci ancora cornici); discesa velocissima fino al fondo del vallone de Sables, quindi abbiamo ripellato per risalire circa 100 mt di dislivello per affrontare il lungo traverso il più in alto possibile per scedere al meglio il ripido pendio fino al bosco.
Rientro lungo la stradina e la valle Stretta faticosissimo per il caldo esagerato
Bisogna apporfittarne nei prossimi 2-3 giorni viste le condizioni abbastanza sicure prima che l'innevamento, soprattutto nella parte bassa scompaia rapidamente.

In valle ottime condizioni di innevamento ( sul versante opposto) per il Thabor, la Grande Tempete, il col de Muandes e il Roc Chardonnet; sulla stesso versante sembra ben innevata la Rocca Bernauda ( canale molto ripido ma forse ancora carico, avendo scaricato in giornata)

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • en
  • es
  • fr
  • eu
  • ca
  • de