Grand Cimon de Rabuons / Becco Alto d'Ischiator : Dai Bagni di Vinadio per il passo di Laris e la cresta E.Traversata Bagni di Vinadio-Pietraporzio
{{ '2008-03-23' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Grand Cimon de Rabuons / Becco Alto d'Ischiator : Dai Bagni di Vinadio per il passo di Laris e la cresta E.Traversata Bagni di Vinadio-Pietraporzio
{{ '2008-03-23' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: quiet

condition_rating: good

quality: medium

Rating

3.1
AD-

heights

elevation_access: 1451 m

height_diff: +1600 m / -1750 m

Access

access_condition: cleared

hut_status: open_guarded

snow

elevation_up_snow: 1451 m

elevation_down_snow: 1250 m

participants

Edoardo Satiro, Laura Spinelli,Tino Sesana, Bori & Bocia,Toni Fumagalli ed Io.

weather and conditions


Splendido sino alle 13, con sole pieno e assenza di nuvole, ma comunque molto freddo. Dalle 13 alle 15 copertura e leggero nevischio in quota, poi progressivamente nuovamente sereno. Vento debole, addirittura assente in vetta.


Innevamento sui pendii a N o comunque ombreggiati ancora sul filo dei 1300 m di quota, l’ultima neve caduta si è conservata splendidamente grazie al calo della temperatura. Sui ripidi pendii esposti a S la situazione è decisamente peggiore.
Il pericolo valanghe è debole anche se non manca qualche placca soffiata, oltre i 2600 m di quota, non particolarmente insidiosa.

timing

Tempo impiegato per la sola salita compreso soste ore 5 e 30 min.

access_comment

Da Milano autostrada per torino, tangenziale poi autostrada per Savona.
Uscire per Cuneo quindi proseguire per Borgo S. Dalmazzo e colle della Maddalena.La deviazione per i Bagni di Vinadio è a Pianche.

personal comments

La salita al Becco Alto d’Ischiator è senza dubbio una delle più significative della valle Stura, fatto in traversata risulta una gita veramente completa anche se non particolarmente difficile. Non abbiamo trovato gli ultimi 200 m di dislivello in condizioni da utilizzare con soddisfazione gli sci e quindi li abbiamo percorsi a piedi, però l’assoluta assenza di altri sciatori alpinisti ( una quantità industriale di persone erano impegnate nel vallone dell’Ischiator verso l’omonimo passo) ci ha fatto respirare un’atmosfera forse simile a quella dei primi salitori che per la storia, lungo questo itinerario, sono stati Mondini e Gerardi il 10 Agosto del 1899 ( prima ascensione conosciuta Purtscheller 29 Giugno 1890 ).
La sciata ci è sembrata interminabile e di grande soddisfazione anche se su pendii non particolarmente inclinati, ma con una farina eccezionale. Un innevamento insperato ci ha permesso di raggiungere l’auto quasi con gli sci ai piedi.

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • en
  • es
  • fr
  • eu
  • ca
  • de