Pitre de l'Aigle : Pitre de l'Aigle per la dorsale NE
{{ '2008-01-06' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Pitre de l'Aigle : Pitre de l'Aigle per la dorsale NE
{{ '2008-01-06' | amDateFormat:"dddd Do MMMM YYYY" }}

Application mobile

View and save your outputs directly on the field using the Camptocamp mobile application.

Licence

General

activities

frequentation: some

condition_rating: good

quality: medium

Rating

2.1
F

heights

elevation_access: 1600 m

height_diff: +926 m / -926 m

Access

access_condition: cleared

snow

elevation_up_snow: 1600 m

elevation_down_snow: 1600 m

participants

Giuseppe Traficante, Eloisa, Aldo, Bruno, Ilario, Mario, Paolo, Sergio

weather and conditions


Alle 9.00 3° e pioggia battente, verso le 10 del mattino è uscito il sole. Vento fastidioso in vetta.


Pensavo peggio... tutto sommato neve farinosa in alto e neve umida (complice la pioggia) in basso, ma visto le modeste quantità (20-30cm) abbastanza sciabile.

Pericolo valanghe 3 marcato, sentito assestamenti lungo il percorso.
A quota 2350 nel tentativo (riuscito) di riportarci lungo l'itinerario originale abbiamo staccato, verso nord sotto la costa Zalet, un lastrone di piccole dimensioni.
Discretti accumuli di neve ventata sul versate sud (sestriere) e visto distacchi di medie dimensioni.

location | altitude | orientations soft snow total snow comment
Traverses 10 cm 20 cm Farina pesante
Quota 2328 30 cm 80 cm

timing

3 ore circa per raggingere la vetta

access_comment

Strada pulita

personal comments

Pitre de l'Aigle expedition 2008: dopo la mancata vetta del sabato decido di allestire una "spedizione" in puro stile himalayano con tanto di portatori. L'unione fa la forza e con questa neve pesante in pochi a tracciare non si va da nessuna parte. Alla fine ci troviamo in 8 a pragelato, sotto la pioggia battente.
Dopo un breve conciliabolo partiamo lo stesso... dopo 30 minuti esce il vento e il cielo si apre.
Tutto ok fino a quota 2350 lungo la costa Zalet, oggi itinerario impraticabile, seguono 10 minuti di totale kaos... dove andiamo cosa facciamo... sergio prende l'iniziativa e si "tuffa" (nord) in leggera discesa tra i larici, per entrare nel vallone (itinerario classico), seguo a breve distanza... piccolo distacco ma senza conseguenza... atterati nel vallone ci accorgiamo di essere soli. Ci consultiamo per un istante (1 o 2 secondi) e proseguiamo senza difficoltà fino in vetta.
Neve discreta in alto poi sempre più pesante.

Associated routes

Associated articles

Associated xreports

Comments

No thread yet?

Log in to post the first comment

No thread yet?

Log in to post the first comment

{{::post['created_at'] | amUtc | amLocal | amTimeAgo}}
  • fr
  • es
  • eu
  • ca
  • de
  • en